L’albero dell’immortalità

Dalla figura alta, slanciata, maestosa, l’elegante, abete è l’albero sovrano nei boschi, da milioni di anni, considerato nell’antichità, un albero cosmico, o albero della vita.
Nella tradizione, simbolo dell’immortalità, l’abete era considerato sacro, manifestazione divina del cosmo.
L’abete è un albero molto comune sia in Europa che in Italia, vive su tutto l’arco alpino e sugli Appennini.

http://www.locandadelpostiglione.com/wp-content/uploads/2014/11/albero_natale.jpg

 

In Grecia, era associato ad Artemide, dea della caccia e della luna.
Per gli antichi Celti, era l’albero divino protettore del giorno di Yule (21-22 dicembre), coincidente col Solstizio d’inverno.
Questo albero, definito strumento di comunicazione tra il firmamento e la terra, raffigurava l’aspirazione dell’uomo alla ricerca interiore, quindi rappresenta la consapevolezza all’apertura alla parte spirituale di sé.

 

http://www.donnaclick.it/images/2015/11/albero-di-natale.jpg

I popoli dei paesi scandinavi e germanici, come tradizione, poco prima del Solstizio d’inverno, andavano nei boschi per tagliare un abete, come rito propiziatorio.

 

http://4.bp.blogspot.com/-X-hwTSJQJC0/UNN32RyJF1I/AAAAAAAAAVU/F5XRkVy9s5k/s1600/Albero-di-Natale.jpg

 

Quando avevano portato in casa l’albero, lo addobbavano con ghirlande e dolci. Si può dire che si trattava di un antenato del nostro Albero di Natale.

 

 

http://static.stylosophy.it/stwww/fotogallery/625X0/4348/albero-di-natale.jpg
In quella notte magica, uomini, donne e bambini trascorrevano allegramente con canti e danze il passaggio dalle tenebre alla luce, mentre fuori delle case, i falò ardevano illuminando l’oscurità.

 

http://farm3.static.flickr.com/2190/2198586367_6c3afaf5a3.jpg
Nel Medioevo, l’albero fu posto in relazione alla nascita del Bambinello, entrando quindi nella tradizione del Natale cristiano.
Ma, nel XV secolo, questo tipo di festeggiamento fu abolito dalla Chiesa, perché giudicato profano.
Fu la principessa Elena di Meckelenburg, sposa del duca d’Orlèans, che nel 1840, ebbe l’ispirazione e ideò albero di Natale che oggi prepariamo nelle nostre case.
La principessa, con sorpresa dei suoi ospiti, decorò un abete nel salone di corte per la festa del Natale.

La Santa Notte si accese di tanti lumini e candele che adornavano l’abete a rappresentare la Luce Divina, la Luce dell’amore infinito di Cristo.

Leggi anche:

2,948 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Giornata Mondiale dei Diritti Umani Successivo La festa di Santa Lucia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.