Salve, in questo periodo chi come la sottoscritta ha la fortuna di avere una piantina di basilico sa che può sbizzarrirsi insaporendo i propri piatti con qualche fogliolina fresca e profumata! Io ho una pianta molto rigogliosa quindi spesso preparo il “Pesto di basilico”, la mia versione non si differenzia molto dalle altre però personalmente non aggiungo il pecorino come prevede il pesto alla genovese e metto poco aglio e l’olio ovviamente lo prediligo di alta qualità, io utilizzo olio extravergine Clemente, stavolta ho arricchito la mia ricetta con Re Manfredi DOP che, con il suo profumo intenso e fruttato è perfetto per questo genere di preparazioni e rende il mio pesto irresistibile. 🙂 Se volete provare la mia versione vi consiglio di seguire questa semplicissima ricetta..

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • basilico (fresco) 50 foglie
  • pinoli 30 g
  • Parmigiano reggiano 60 g
  • Sale 1 pizzico
  • d’aglio mezzo spicchio
  • Olio extravergine d’oliva (Clemente ) 3 cucchiai

Preparazione

  1. Pesate gli ingredienti, la pulizia delle foglioline di basilico è semplice, ma richiede un minimo di attenzione per evitarne ossidazione, quindi sciacquatele velocemente sotto un filo d’acqua corrente e asciugatele accuratamente.

    Fatto ciò private mezzo spicchio d’aglio dell’anima interna e tritatelo nel robot da cucina insieme ai pinoli.

    Se anche voi non usate il mortaio per questione di praticità, basterà mettete le foglie di basilico in un contenitore a bordi alti, versare 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva e con il mixer ad immersione con le lame in plastica le ridurrete in crema velocemente, il segreto per non ossidarle è procedere a velocità minima per pochi istanti, fermatevi e ripetere l’operazione, in questo modo non scalderete il vostro composto. 😉

  2. A questo punto unite il trito di pinoli e aglio, il parmigiano grattugiato e una piccola presa di sale, mescolate il tutto con un cucchiaio, assaggiate per capire se gradite il grado di sapidità e il “Pesto di basilico” è pronto per essere utilizzato!

    Potete usarlo per arricchire primi piatti di pasta, per renderlo cremoso basta aggiungere un pochino d’acqua di cottura della pasta al momento di condirla.

    Ottimo anche per arricchire le insalate estive preparate con il riso, oppure con il farro, o ancora con l’orzo, sappiate che questo pesto si presta bene anche per la realizzazione di crostini, tartine farcite.. 😀

  3. Pesto di basilico

    Se vi piacciono le mie ricette le potete trovare su tutti i social e sulla mia pagina Facebook.

Note

Se vi dovesse avanzare potete lasciarlo in frigorifero per due tre giorni, magari aggiungendo un pochino d’olio da coprire il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.