Zeppole di pasta cresciuta, frittelle salate napoletane

Zeppole di pasta cresciuta

Zeppole di pasta cresciuta, le mitiche frittelle salate napoletane uno street food molto conosciuto e gustosissimo. Le Zeppoline fritte si trovano in tutte le pizzerie e friggitorie, di solito vengono servite nei cartocci accompagnate dai mitici panzarotti. Le zeppole si prestano a tantissime varianti, si possono gustare semplici, con alghe di mare, con erba cipollina, o ancora con salumi, fiori di zucca, insomma largo spazio a gusti e fantasia. Seguitemi per la ricetta, bastano tre semplici ingredienti come acqua, farina e lievito per dar vita a delle nuvolette di impasto fritto, una vera delizia.

Zeppole di pasta cresciuta
  • Preparazione: 10 minuti + tempo di lievitazione Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 220 g Acqua
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 8 g Sale fino
  • q.b. Olio di semi di arachide

Preparazione

  1. Zeppole di pasta cresciuta

    Pesare tutti gli ingredienti e tenerli a portata di mano.

    Sciogliere il lievito nell’acqua leggermente tiepida.

    Aggiungere man mano la farina mescolando di continuo.

    Infine il sale, continuare a mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza appiccicoso.

    Coprire con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio.

    Mettere a scaldare abbondante olio per la frittura in un tegame dai bordi alti.

    quando l’olio è bollente, aiutarsi con un cucchiaino, dopo averlo bagnato nell’olio caldo, prelevare una piccola quantità di impasto lievitato e tuffarlo nell’olio.

    Friggere le zeppole di pasta cresciuta fino a quando non appaiono gonfie e appena dorate.

    Appoggiarle man mano su di un vassoio ricoperto di carta per fritti.

    Servirle ben calde.

    Ottime servite come antipasto.

Note

Impasto base da utilizzare al naturale o arricchito di altri ingredienti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.