Crea sito

Zeppole di San Giuseppe al forno

Zeppole di San Giuseppe al forno

Le zeppole di San Giuseppe al forno sono un dolce tipico italiano, che si prepara il 19 marzo, in cui si festeggiano, appunto, San Giuseppe e la festa del Papà. Una delle leggende sulle origini di questo dolce, vuole che, dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la famiglia in terra straniera. Proprio per questo motivo, in tutta Italia, le zeppole sono diventate i dolci tipici della festa del Papà, preparati per festeggiare e celebrare la figura di San Giuseppe. Benché la ricetta originale preveda che le zeppole vengano fritte, Ho voluto proporvi la versione al forno, che è croccante fuori, ma morbida e golosa dentro con il ripieno di crema pasticcera. Dopo aver provato diverse ricette, che non mi soddisfacevano mai, ho trovato la ricetta perfetta sul blog In cucina con Pagnottina, un blog tutto da gustare!

Zeppole di San Giuseppe al forno

Ingredienti per 6 zeppole circa:

  • 125 g farina 00,
  • 125 g acqua,
  • 100 g burro o margarina,
  • 4 uova da 55/58 g (225 g circa pesate col guscio),
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 pizzico di zucchero.

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte fresco,
  • 1/2 baccello di vaniglia,
  • 4 tuorli,
  • 110 g zucchero semolato,
  • 40 gr maizena o farina.

15 amarene sciroppate o sotto alcol per decorare.

Preparazione:

  • IMG_8349Per prima cosa preparare la crema pasticcera, che così avrà il tempo di raffreddarsi. Scaldare il latte con il baccello di vaniglia inciso e aperto nel senso della lunghezza e 50 g di zucchero.

 

 

  • IMG_8350IMG_8351A parte montare i tuorli con lo zucchero restante, quando saranno belli spumosi incorporare la maizena (o la farina).

 

 

  • IMG_8353IMG_8352Eliminare il baccello di vaniglia e versare il latte, che deve essere caldo, ma non bollente, sul composto di uova. Mescolare energicamente e cuocere finché la crema si sarà addensata.

 

 

  • IMG_8354Trasferirla in una ciotola, coprirla con pellicola a contatto, per evitare che la superficie indurisca e lasciare raffreddare.

 

 

 

  • IMG_8355IMG_8356IMG_8357Ora prepariamo la pasta choux. Far bollire l’acqua con il burro, lo zucchero e il sale.  Versare la farina tutta insieme e girare fino a quando si asciuga tutta l’acqua e l’impasto sfrigola sul fondo. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare un paio di minuti.
  • IMG_8358Unire le uova, è importante incorporarne unoper volta, mescolando con un cucchiaio di legno.

 

 

 

  • IMG_8361Mettere il composto in un sac à poche con beccuccio a stella, creando un cerchio su una placca ricoperta da carta forno. Le mie non sono piene all’interno, perché erano cicciottelle e gonfiandosi si sarebbero comunque chiuse.

 

 

CONSIGLIO: se non vi sentite sicure di procedere a mano libera, disegnate sulla carta forno dei cerchi con un bicchiere. Ponete la carta a rovescio sulla placca, per non far entrare direttamente in contatto l’impasto con l’inchiostro, e ‘ricalcate’ con il sac à poche.

  • IMG_8363Cuocerle in forno statico già caldo per 20 minuti a 200° e per 10 minuti a 180°. Una volta cotte lasciarle nel forno con lo sportello aperto per qualche minuto, così da far uscire il vapore.

 

 

  • IMG_8362IMG_8364Tagliare a metà, in senso orizzontale, le zeppole. Con l’aiuto del sac à poche con beccuccio a stella, fare un paio di giri di crema sulla metà inferiore, ricomporre le zeppole e mettere altra crema sopra le zeppole. La tradizione vuole che la sommità delle zeppole venga decorata con un’amarena sciroppata, ma nulla vi vieta di farlo con scagliette di cioccolata, un cucchiaio di marmellata di amarene o con ciò che più vi piace.

VARIANTE: provate a farcire le zeppole di San Giuseppe al forno con crema pasticcera e marmellata di amarene insieme, non immaginate che goduria! Questa è la versione preferita di mia figlia.

8 Risposte a “Zeppole di San Giuseppe al forno”

  1. Excellent post however I was wondering if you could write a
    litte more on this subject? I’d be very thankful if you cojld elaborate a little bit more.
    Appreciate it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.