Sono anni che preparo l’arrosto morto, me lo insegnò mia madre però, a differenza sua, io lo faccio in pentola a pressione e adesso lo fa anche mia figlia, ormai è una pietanza della nostra famiglia.

Come già avevo scritto qui (… l’arrosto che mia madre chiama “arrosto morto”…che brutta parola, morto perché? Dovrò chiedere spiegazioni direttamente a lei…)

Ho cercato su internet e mi sono documentata, finalmente ho scoperto perchè si chiama così: l’arrosto morto è un tipo di cottura che non è ne al forno ne allo spiedo, viene cotto in pentola con aggiunta di aromi e liquidi; vanno bene ogni tipo di carne dalla vitella al maiale al pollo o coniglio. Girando per il web ho letto questa pagina http://www.ilgiornaledivicenza.it/home/altri/aree-tematiche/cibo-e-vino/vicenza-di-gusto/il-maiale-servito-come-arrosto-morto-1.870873?refresh_ce#scroll=693 spiega che la parola arriva dalla tradizione gastronomica italiana adirittura con la certificazione del grande Pellegrino Artusi.

arrosto morto in pentola a pressione

 

 

Arrosto morto in pentola a pressione

Ingredienti:

Un pezzo di carne adatto per arrosto

2 spicchi d’aglio

2 rametti di rosmarino

mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva

1 bicchiere di vino bianco

1 dado

sale e pepe q. b.

acqua q.b. (1 bicchiere e mezzo circa)

Procedimento:

In pentola mettere uno o due spicchi di aglio schiacciati e due rametti di rosmarino con olio extravergine di oliva e fare leggermente soffriggere, aggiungere il pezzo di arrosto e farlo rosolare in ogni parte mettendo sopra la carne il sale e se si preferisce, anche un po’ di pepe.

arrosto morto in pentola a pressione

Una volta rosolato bene, versare tutto intorno al bordo della pentola 1 bicchiere di vino con 1 bicchiere e mezzo di acqua e 1 dado classico, aspettare che il sugo bolle e chiudere la pentola a pressione.

Dal fischio contare dai 20/30 minuti secondo la grandezza della carne, controllare la cottura aprendo la pentola facendo uscire prima tutto il vapore, infilzare con una forchetta, se non esce più il sangue e scende giù facilmente  è pronto o se no continuare la cottura per altri minuti.

Se il sugo dell’arrosto fosse troppo liquido farlo consumare a pentola scoperta.

Raffreddare bene prima di tagliarlo a fette più o meno sottili, servirlo con la salsa calda.

Grazie per essere passati a trovarmi, se vi e piaciuta la ricetta cliccate mi piace o lasciate un messaggio mi farà molto piacere. Vi aspetto anche nella mia pagina Facebook dove troverete altre ricette e non solo…

 

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 11.216 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.