Polvere di stelle

10 agosto: la notte più scintillante dell’estate! È la notte delle stelle cadenti, i nostri occhi sono rivolti verso l’oscura volta celeste che brilla delle scie luminose delle stelle cadenti per osservare meglio lo splendido spettacolo. Gli antichi pensavano che fossero lacrime del cielo che piangeva la morte di san Lorenzo.
La tradizione popolare cristiana prevede che si possa chiedere una grazia alla loro vista.

Le stelle cadenti sono lo sciame meteorico delle Perseidi, provenienti dalla costellazione di Perseo. Questi corpi celesti bruciano a contatto con l’atmosfera e rilasciano una scia luminosa di detriti di ghiaccio e polveri, appunto le stelle cadenti. Il passaggio delle Perseidi dura da metà luglio alla fine di agosto e sono visibili tutte le notti. Ottanta meteore all’ora sono previste attraversare il cielo. Per riuscire a vederne qualcuna, dobbiamo allontanarci dalla città, dove l’inquinamento luminoso ci impedisce la visione. Dirigiamoci alla ricerca di luoghi bui :
un prato in campagna o una spiaggia; distendiamoci sulla coperta o su un telo e cominciamo a fissare il cielo. Infatti, l’occhio ha bisogno di circa mezz’ora per abituarsi al buio e mettere bene a fuoco.

Le meteore possono arrivare da ogni direzione, ma è opportuno posizionarsi verso Nord-Est, direzione da cui ne arrivano in maggior numero.

Questo è un momento bello anche per osservare il cielo e individuare le figure che le stelle riunite in gruppo costituiscono: le diverse costellazioni. L’uomo ha creato una mappa, dividendo la sfera celeste in ottantotto parti, che corrispondono alle ottantotto costellazioni. A questi raggruppamenti sono stati dati dei nomi secondo la forma che hanno acquisito. A Nord-Ovest troviamo l’Orsa Maggiore, che gira perennemente intorno al Polo senza mai tramontare e, allineando le ultime due stelle del rettangolo, scorrendo lungo la coda dell’Orsa c’è la stella Polare. A Nord c’è l’Orsa Minore che si vede tutto l’anno, ma che ad agosto si vede più chiaramente, perché le sue stelle raggiungono la massima altezza sull’orizzonte. Continuando lungo la coda della stella Polare, incontriamo Cassiopea, mentre intorno alle due Orse si trova il serpeggiante Dragone. Queste le costellazioni a noi più note, ma la volta celeste risplende di altre stelle comete e costellazioni in uno spettacolo naturale che toglie il fiato.

Leggi anche:

158 Visite totali, 3 visite odierne

Precedente Vacanza a 4 zampe! Successivo Tintarella si o no?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.