risotto ai gambi di carciofo

il risotto ai gambi di carciofo è una ricetta che ormai fa parte della mia cucina, ma è nata come sempre per caso,

stavo preparando i carciofi in svariati modi, ovviamente ero lì da sola in cucina in un sabato mattina a pensare su come impiattare tutti quei tipi di carciofo, fritti, affogati, alla giudia, per fare le foto per il blog ovviamente (a me non piacciono i carciofi! 🙂 )

quando all’improvviso sento le chiavi girare nella toppa della porta… mia figlia che rientra da scuola

“mamma che profumo di carciofi che si mangia?!?!”

un attimo di silenzio con musica di sottofondo stile film horror….

“risotto amore!!!”

mi guardo intorno e l’unica cosa che vedo sono i gambi dei carciofi

il resto della storia lo trovate di seguito…

…e vissero tutti felici e contenti

risotto ai gambi di carciofo

RISOTTO AI GAMBI DI CARCIOFO

ATTREZZATURA

1 pentola, 1 cucchiaio di legno, 1 tagliere, 1 coltello, 1 pentolino con 1 mestolo,

 

INGREDIENTI per 4 persone

  • 400gr di riso carnaroli
  • 4 cucchiai di olio
  • mezza cipolla media
  • 1,5 litri di brodo vegetale (fatto con acqua 1 carota, 1 cipolla e 1 costa di sedano, e leggermente salato)
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • il gambo di 4 carciofi
  • 20gr di burro
  • 20gr di parmigiano reggiano grattugiato

PROCEDIMENTO

per prima cosa preparate il brodo vegetale mettendo in acqua fredda la carota la cipolla e la costa di sedano a sobollire per un paio d’ore, filtrate e mettete da parte,a questo punto affettate sottilmente la cipolla, pelate e tagliate tre gambi di carciofo in modo molto fine e uno soltanto a fettine, grattugiate il parmigiano, pesate il riso,il burro, siete pronti per coccolare il vostro risotto…
mettete l’olio nella pentola e scaldatelo a fuoco dolce, rosolate la cipolla fino a farla solo imbiondire, versate i gambi di carciofo e fate rsolare a fiamma media facendo attenzione che non si coloriscano troppo, una volta ben rosolati versate il riso nel soffritto e fatelo tostare per 2 minuti finchè non diventerà translucido segno che la parte esterna si sarà correttamente aperta per poter assorbire tutti i liquidi e i sapori, sfumate col vino e fate evaporare, coprite con un mestolo di brodo, girando dolcemente…
da questo punto in poi il riso andrà sempre tenuto coperto con un dito di brodo, fino a due minuti dalla completa cottura, esempio se il vostro riso indica 14 minuti di cottura, considerate il tempo a partire da quando verserete il primo mestolo di brodo, vi fermerete dopo 12 minuti (non si considera il tempo in cui avviene la tostatura del riso) a questo punto assaggiate e regolate di sale, farete asciugare il brodo nei due minuti restanti, a cottura spostate dal fuoco aggiungete il burro e il parmigiano mescolando, coprite con un coperchio e fate riposare due minuti prima di impiattare….
e buon appetito!

vi aspetto sulla mia pagina facebook per restare sempre aggiornati sulle ultime ricette

Molte mie Ricette sono state pubblicate nel Sito→ #RicetteBloggerRiunite♥

Grazie al Gruppo @RBR♥
http://ricettebloggerriunite.it

risotto ai gambi di carciofo 1

primi , , , ,

Informazioni su ariafritta1

mi domandano spesso cosa amo di più... non so rispondere, dolce, salato, lievitati, cucina a bassa temperatura, tecniche moderne e ricette della nonna, tutto purchè porti alla condivisione e a un attimo di felicità, quella felicità che si crea quando offri un dolce o un pranzo ai tuoi amici, e ti senti soddisfatto di quello che hai creato....

Precedente gateau di patate con prosciutto e provola Successivo pasta ragù e ricotta - sugo veloce