Involtini primavera fatti in casa

Si fa presto a dire chef su instagram

Involtini primavera fatti in casa

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone

Ingredienti

  • Cavolo cappuccio 1/2
  • Porro 1
  • Carote (medie) 2
  • Germogli di soia (confezione) 1
  • Olio evo q.b.
  • Salsa teriyaki q.b.
  • Sale e Pepe q.b.

Preparazione

  1. Pulire e tagliare julienne il cavolo cappuccio, le carote ed il porro.

    Del porro utilizzare anche buona parte del verde.

    Scaldare una padella con un filo d’olio evo, buttare le verdure e farle saltare a fuoco medio, aggiungere la salsa teriyaki e saltare ancora pochi minuti.

    Aggiustare eventualmente il sapore con del sale ed a piacimento con altre spezie, io ad esempio ho aggiunto qualche goccia di tabasco.

    Le verdure devono essere cotte ma ancora abbastanza croccanti quindi la cottura non deve essere lunghissima.

  2. Le verdure devono essere cotte ma ancora abbastanza croccanti quindi la cottura non deve essere lunghissima.

    Per preparare i nostri involtini primavera possiamo utilizzare o la pasta fillo o i fogli di riso che si trovano tranquillamente in commercio anche al supermercato.

    In questa versione ho utilizzato i fogli di riso.

    La scelta di uno o dell’altro viene dettata oltre che dal gusto, anche dal tipo di cottura che si vuole fare. Scegliendo la pasta fillo potremo cuocere gli involtini sia al forno che friggendoli.

    Scegliendo i fogli di riso si consiglia la frittura, cuocendoli al forno risultano diventare gommosi e non croccanti. A me piacciono ma sono veramente particolari … dico solo questo.

    Per creare il nostro involtino … guardate le immagini seguenti, è più facile spiegarlo in questo modo.

    E’ necessario utilizzare almeno un paio di fogli, sia di pasta fillo che di riso. I fogli di riso per poter essere lavorati devono essere inumiditi, o con uno spruzzino senza esagerare o man mano che servono un passaggio rapidissimo sotto acqua corrente.

    Per sigillarlo è sufficiente bagnare leggermente la pasta e far aderire l’ultimo lembo

Note

Piatto ottimo per chi segue dieta vegana, vegetariana e scegliendo correttamente gli ingredienti anche per celiaci

Precedente Spaghetti al pesto di rucola e mandorle Successivo Marmellata di cipolle rosse

Lascia un commento