Oggi con un inusuale risotto con rigaglie di pollo vi porterò indietro nel tempo con un piatto tradizionale della cucina rurale povera quando era d’obbligo non scartare niente dell’animale che veniva cucinato, a volte basta così poco per preparare un piatto buono, diverso e per di più economico.

La  prima volta che ho cotto il risotto con rigaglie la ricetta era nel ricettario della pentola a pressione Lagostina, poi è andato a finire nel dimenticatoio per anni, mesi ho ritrovato il libricino per caso, è molto vecchio con fogli stropicciati e volanti uniti fra loro con un elastico (per me è stata la mia prima scuola per usare la pentola a pressione) quasi lo tengo come una oracolo. Mi sono ricordata di questo particolare risotto, questa volta però l’ho cucinato in modo tradizionale.

risotto con rigaglie

 

Risotto con rigaglie

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di riso vialone o arborio
  • 1 rigaglie di pollo
  • 50 gr di burro
  • mezza cipolla piccola
  • mezzo bicchiere di vino rosso o bianco secco
  • 1 litro e mezzo di brodo di pollo o dado
  • 1 bustina di zafferano
  • parmigiano grattugiato

Procedimento:

  1. Prima di tutto procediamo a cuocere il ventriglio e il cuore nel brodo di pollo ma va bene anche brodo di dado che in seguito useremo per preparare il risotto con rigaglie
  2. In un tegame imbiondire la cipolla con il burro (io preferisco anche un po’ di olio)
  3. Aggiungere il ventriglio con il cuore tritati e rosolare piano piano fino a fuoco basso, alla fine aggiungere il fegatino crudo a pezzetti e cuocere ancora pochi minuti (il fegato è molto delicato e cuoce subito)
  4. A questo punto unire il riso e tostarlo bene
  5. Versare mezzo bicchiere di vino rosso o bianco e farlo evaporare (mettendo il vino rosso il risotto verrà di colore più scuro, a voi la preferenza)
  6. Versare un mestolo di brodo bollente e farlo assorbire, proseguire la cottura sempre mescolando aggiungendo altro brodo quando il precedente è assorbito, mescolare il riso quasi di continuo con un cucchiaio di legno e portare a cottura per circa 15/18 minuti
  7. Cinque minuti prima della cottura sciogliere lo zafferano nel brodo rimasto e aggiungere al riso amalgamando bene.
  8. Finita la cottura spegnere il fuoco e mantecare con una noce di burro e parmigiano grattato, far riposare il risotto con rigaglie di pollo per qualche minuto e servire caldo.

Grazie per essere passati a trovarmi, se vi piace la ricetta cliccate mi piace. Vi aspetto anche nella mia pagina Facebook dove troverete altre ricette e non solo…

 

(Visited 1.706 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.