Calamarata con calamari e gamberi

La calamarata è un tipico formato di pasta che, per forma, assomiglia a degli anelli di calamari, di qui il nome. La calamarata con calamari e gamberi è una variante del famoso primo partenopeo, nel quale vengono utilizzati solo i calamari, al quale ho aggiunto dei gamberi, che adoro. Il risultato è un primo piatto ricco e incredibilmente gustoso.

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:45 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • Calamarata 400 g
  • calamari 500 g
  • Gamberi 300 g
  • Pomodori 400 g
  • Vino bianco secco 1 tazza da caffè
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo (fresco) 1 ciuffo
  • Olio di oliva 1 tazza da caffè
  • Sale q.b.
  • pepe (facoltativo) q.b.

Preparazione

  1. pulire i gamberi

    Per prima cosa sgusciare e pulire i gamberoni. Afferrare il carapace del gamberone vicino alle zampette, dove c’è un vero e proprio bordo e staccare delicatamente, anello per anello, fino ad arrivare alla coda. Lasciare attaccata la testa, che rilascerà molto sapore al sugo. Tirare via anche le zampette, che una volta tolto il guscio verranno via molto facilmente. Incidere il dorso del crostaceo, con una coltello affilato e tirare via delicatamente il budellino nero che si estende per tutta la lunghezza. Sciacquare i gamberi sotto l’acqua corrente.

  2. Per pulire i calamari per prima cosa, tirare via lentamente i tentacoli dal mantello, con i quali verrà via anche la testa e tenete da parte. Infilare le dita all’interno del calamaro e afferrare la cartilagine trasparente, estraendola. Questa di può buttare. Con un cucchiaio raschiate via le interiora rimaste all’interno del mantello.

  3. pulire i calamari

    Adagiare i tentacoli su un tagliere e  separare questi ultimi dalla testa, tagliando con un coltello affilato poco sotto gli occhi. Se la bocca (una pallina dura) sarà rimasta tra i tentacoli, tiratela fuori con una leggera pressione al centro dei tentacoli e tagliatela via. Buttate la testa e la bocca, mentre i tentacoli verranno utilizzati per il ragù di pesce.

  4. calamarata

    Tagliare i calamari a rondelle e tenere da parte.

    Lavare i pomodori ed eliminare la parte superiore più dura, dove è attaccato il picciolo. Tagliarli a dadini.

  5. soffritto

    In una padella, abbastanza ampia da contenere anche la pasta, versare l’olio e farvi rosolare l’aglio sbucciato e tritato e il prezzemolo lavato e tritato. Unire i pomodori e lasciar cuocere a fiamma bassa per circa 10 min., mescolando di tanto in tanto. Salare.

  6. sugo di pesce

    Aggiungere i calamari, mescolare e lasciar cuocere altri 10 – 15 min. con il coperchio, per non far evaporare il liquido. Unire anche i gamberi e, sempre a fiamma bassa e con il coperchio, lasciar cuocere altri 10 min.

  7. sfumare con il vino

    Sfumare con il vino bianco, alzare la fiamma per far evaporare la parte alcolica, non più di 3 – 4 min. Abbassare di nuovo la fiamma e aggiustare di sale. Unire mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta e insaporire per 5 min.

  8. calamarata

    Cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Scolare al dente, incorporate la pasta al sugo di calamari e amalgamate bene il tutto, sempre su fiamma bassa. Servire la calamarata con calamari e gamberi calda. A piacere spolverizzare con del pepe nero macinato.

Precedente Panonta di Miranda - ricetta molisana Successivo Caesar salad versione light

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.