Arancine al Burro

A Palermo oltre alle più conosciute arancine alla carne si mangiano anche le arancine al burro, ripiene di prosciutto cotto, mozzarella e besciamella. Un mistero perché si chiamino al burro, forse un tempo non c’era questo ricco ripieno, ma soltanto una noce di burro, comunque il nome è rimasto. Si trovano in tutte le rosticcerie, non solo il giorno di Santa Lucia che è dedicato alle arancine, ma tutti i giorni, uno street food economico e gustoso, la colazione dei palermitani. Le arancine al burro si possono preparare facilmente anche a casa e sono anche più veloci da fare di quelle al ragù; gli ingredienti sono solamente da tagliare e se acquistate la besciamella già pronta non vi resta che cuocere il riso. Naturalmente è veloce anche se preparate la besciamella a casa con la mia ricetta. . Se le volete in versione vegetariana potete sostituire il prosciutto con gli spinaci lessati e tritati, oppure col pesce potete aggiungere alla besciamella del salmone affumicato ripassato in padella.

Arancine al Burro
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4/6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g riso Arborio (oppure per arancine)
300 g prosciutto cotto (in una fetta)
250 g mozzarella
70 g Grana Padano DOP
500 ml besciamella
sale
pepe (facoltativo)
1 bustina zafferano
1 l olio di semi di girasole
farina 00
pangrattato

Per la besciamella

50 g burro
50 g farina 00
500 ml latte
sale
noce moscata

Strumenti

Preparazione

Lessare il riso con lo zafferano, scolarlo e farlo raffreddare mettendo sulla leccarda del forno oppure in una capace insalatiera. Quando il riso è freddo aggiungere il grana, regolare di sale e mescolare bene. Preparare la besciamella: sciogliere il burro sul fuoco, unire la farina, far incorporare bene e poi versare tutto il latte e mescolare velocemente con una frusta per evitare i grumi; continuare a cuocere per 15 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno, salare e spolverizzare di noce moscata. Fare raffreddare, mescolando perché non si formi la pellicina. Quando sarà fredda aggiungere il prosciutto e la mozzarella. Riempire una ciotola con dell’acqua dove potersi bagnare le mani per evitare che il riso si attacchi. In una ciotola alta versare la farina quindi aggiungere acqua fino a ottenere un composto colloso, non troppo liquido. In un altro piatto mettere il pangrattato. Mettere un po’ di riso nel palmo della mano, aggiungere un cucchiaio del composto preparato e richiudere con altro riso, a formare una palla. Passare con molta delicatezza nella pastella e quindi nel pangrattato, ricoprendole perfettamente. Riscaldare abbondante olio di semi e friggere, fino a doratura. Scolare con una schiumarola e mettere su carta assorbente a perdere l’unto in eccesso. Mangiare tiepide o meglio calde per l’effetto filante. Vengono circa 12 arancine.

Altri piatti della tradizione palermitana li trovate di seguito, cliccate sui titoli per le ricette: Crocchè di patateArancine alla carne, Sfincione palermitano – pizza alta in teglia, Pizza Parigina, La mattonella siciliana.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi nella mia pagina facebook Le ricette di Un’idea al giorno e non dimenticate di mettere like e commentare per non perdervi le mie ricette in pagina. Seguitemi anche su Instagram e su Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.