Arancine alla carne

E’ tradizione a Palermo per il giorno di Santa Lucia mangiare le arancine alla carne, ma anche quelle al burro e ai tanti altri gusti in cui si trovano nelle rosticcerie; molte massaie le preparano anche a casa per figli e nipoti affamati. “Santa Lucia, ha un posto speciale nel cuore dei palermitani, che in questo giorno si astengono dal mangiare pane e pasta. Questo per ricordare il miracolo della Santa che liberò la città dalla carestia nel 1646, facendo arrivare nel porto un bastimento carico di grano. La gente che per diversi mesi aveva sofferto la fame, non aspettò di macinare il grano, ma lo bollì per sfamarsi in minor tempo, aggiungendo solo un filo d’olio, creando così la cuccìa. Ma la rinuncia a mangiare pane e pasta in questo giorno, non deve far pensare a una penitenza, poiché risotti, panelle, timballi e le immancabili arancine sono i protagonisti di una giornata all’insegna della golosità.” (da Palermoviva).
 
Le rosticcerie sono il luogo preferito dove rifornirsi di arancine e altre leccornie, ma chi volesse può cimentarsi a prepararle a casa con questa semplice ricetta, con tutti i trucchi per una sicura riuscita.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni6/8
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1 kg riso Arborio (oppure Originario)
2 bustine zafferano
150 g Grana Padano DOP
sale
pepe (facoltativo)

Per il ragù:

500 g carne macinata di manzo
300 g piselli surgelati
1 carota
1/2 cipolla
200 g concentrato di pomodoro
sale
pepe
olio di oliva

Altri ingredienti:

300 g farina 00 (per la pastella)
300 g pangrattato (per la panatura)
1 l olio di semi di girasole

Strumenti

Per preparare le Arancine alla carne potrebbero esservi utili alcuni strumenti:

Preparazione

Per il ragù:
(Sarebbe preferibile prepararlo la sera prima in quanto va maneggiato da freddo.)
Tritare la cipolla e la carota e farle soffriggere in una casseruola con dell’olio d’oliva, aggiungere la carne tritata e farla colorare per bene, quando anche questa è ben rosolata versare un bicchiere d’acqua e portare a bollore. Unire i piselli e cuocerli per 10 minuti circa poi aggiungere il concentrato, salare e pepare a piacere. Cuocere a fiamma medio-bassa per circa 1 ora e far restringere bene. Far raffreddare.  

Per il riso:
Lessare il riso con lo zafferano, scolarlo e farlo raffreddare mettendo sulla leccarda del forno oppure in una capace insalatiera. Quando il riso è freddo aggiungere il grana, regolare di sale e mescolare bene.

Riempire una ciotola con dell’acqua dove potersi bagnare le mani per evitare che il riso si attacchi. In una ciotola alta versare la farina quindi aggiungere acqua fino a ottenere un composto colloso, non troppo liquido. In un altro piatto mettere il pangrattato.  Prendere del riso e compattarlo nella mano, mettere una cucchiaiata di ragù e coprirlo con altro riso; compattare il tutto rigirandolo più volte tra le mani. Passare con molta delicatezza nella pastella e quindi nel pangrattato, ricoprendole perfettamente.

Preparare tutte le arancine alla carne e poi in una casseruola portare a bollore l’olio di semi, quando sarà ben caldo friggervi le arancine per alcuni minuti e finché saranno dorate. Scolarle su carta assorbente. Con queste quantità ne vengono circa 25 (dipende da quanto le fate grandi).

Altri piatti tradizionali che si mangiano per il giorno di Santa Lucia li trovate di seguito, cliccate sui titoli per le ricette: Crocchè di patate, Gâteau di patate (Gattò), La cuccìa e le creme per gustarla secondo tradizione.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi nella mia pagina facebook Un’idea al giorno e non dimenticate di mettere like e commentare per non perdervi le mie ricette in pagina. Seguitemi anche su Instagram e su Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

8 Risposte a “Arancine alla carne”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.