Amando fare il pane, ne sperimento sempre di diversi, questa settimana è il turno del pane francese alle erbe. Io ho usato prezzemolo, basilico, salvia ed erba cipollina, ma naturalmente il mix si può cambiare secondo i propri gusti. Per quanto riguarda le farine ho usato metà dose di farina di tipo 1 e metà di farina integrale, anche qui le dosi si possono cambiare, la ricetta originale ad esempio prevede il 100% di farina bianca di tipo 00 o tipo 1.

IMG_4243

 

Ingredienti:

  • 500-600 ml di acqua tiepida
  • 500 g di farina 1
  • 500 g di farina integrale
  • 300 g di lievito madre
  • 3 cucchiaini di sale
  • 3 cucchiaini di zucchero
  • 2,5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiaini scarsi di succo di limone
  • 3 cucchiaini di ciascuna erba aromatica: prezzemolo, salvia, erba cipollina, basilico

Preparazione:

Mescolate nella planetaria le due farine. Aggiungete il sale e il lievito madre facendo in modo che non vengano a contatto, versate lo zucchero sul lievito e cominciate a mescolare con il gancio.

Aggiungete il succo di limone e l’olio e azionate la planetaria. Con la macchina in funzione versate gradualmente l’acqua tiepida. La ricetta originale prevede 600 ml di acqua, a me ne sono bastati 470, voi versatene un po’ alla volta e fermatevi quando l’impasto vi sembra ben amalgamato e morbido, ma non troppo appiccicoso.

Per ultimo aggiungete il trito di erbe e amalgamate per bene. Trasferite l’impasto sulla spianatoia e lavoratelo brevemente con un po’ di farina, se necessario in modo che non si attacchi alle dita. Mettetelo in una ciotola, incidetelo a X con un coltello, coprite con pellicola e una telo e mettetelo a lievitare in forno spento con la luce accesa per 4 ore.

Una volta lievitato, sgonfiate l’impasto lavorandolo brevemente e dividetelo in 15 palline. Sistematele in uno stampo da plumcake unto e infarinato e ponetelo nel forno spento con la luce accesa per 1 ora.

Passato questo tempo accendete il forno a 200°C e quando è caldo infornate il pane e fate cuocere per 40 minuti. Tenete d’occhio il colore della crosta, se si scurisce troppo, copritela con un foglio di stagnola.

IMG_4240

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.