Torta Mimosa all’ananas

Il dolce che più evoca l’arrivo della primavera, con il suo colore caldo e accogliente è impossibile non amarlo!
Oggi vi presento la variante della ricetta classica della torta mimosa.
Il dolce perfetto per l’8 marzo, festa della donna, ma è ideale per ogni occasione.

Ingredienti per il pan di spagna

5 uova medie ( peso circa 55 g)

140 g di farina 00

30 g di fecola di patate (o farina 00)

150 g di zucchero semolato

buccia grattugiata di limone

Ingredienti per la bagna al liquore della torta mimosa

120 ml di acqua

50 ml di liquore a scelta come limoncello (io il liquore Strega)

1 cucchiaio di zucchero semolato

-Per una variante analcolica potete usare anche solo succo d’ananas.

Ingredienti per la crema diplomatica

500 ml di latte intero

4 tuorli

120 g di zucchero semolato

40 g di amido di mais ( in alternativa 50 g di farina 00)

buccia di un limone

+100 g di cioccolato bianco (facoltativo)

+ 250 ml di panna da montare

+ 300 g di ananas sciroppato (un barattolo circa)

Consigli:

Dovrete realizzare due pan di spagna da 22-24 cm di diametro inseriti in due tortiere separate. Le dosi sopra elencate sono solo per una tortiera da 22-24 cm di diametro quindi dovrete raddoppiarle per prepararne due.
Io vi consiglio di anticiparvi nella preparazione del pan di spagna 1 o 2 giorni prima in modo da farlo riposare ed avvantaggiarvi nel lavoro.

Preparazione:
Per la crema diplomatica

Se usate il cioccolato bianco tritate e mettete da parte.

In un pentolino portate ad ebollizione il latte con la buccia di limone.

In una ciotola aggiungete i tuorli con lo zucchero e mescolate con una frusta a mano, ottenendo un composto chiaro.

Aggiungete l’amido di mais setacciato o la farina 00 continuando a mescolare.

Aggiungete il latte caldo filtrandolo con un colino, eliminate le bucce di limone e mescolate.

Trasferite il tutto di nuovo nel pentolino e portate ad ebollizione mescolando bene e continuamente con una frusta a mano, fin quando la crema non si addenserà.

Quando la crema si sarà addensata aggiungete il cioccolato bianco tritato e fate sciogliere completamente. Mescolate.

Fate raffreddare e coprite con pellicola trasparente.

Quando la crema sarà completamente raffreddata ammorbiditela di nuovo mescolando con una frusta a mano, nel frattempo montate in una ciotola a parte la panna a neve dolce.

Aggiungetela molto delicatamente alla crema pasticcera al cioccolato che avete precedentemente preparato con movimenti dal basso verso l’alto. Senza farla smontare.

Tagliate in pezzetti piccoli l’ananas sciroppato e fate sgocciolare completamente.

Mettete un po’ di crema da parte che vi servirà solo per ricoprire la superficie.

Alla restante crema aggiungete i tocchetti di ananas alla crema e mescolate delicatamente.

Mettete da parte e componiamo la torta mimosa all’ananas.

Composizione della torta mimosa all’ananas

Estraete i pan di spagna dalle tortiere, fate raffreddare completamente ed eliminate tutta la parte più dura, sia i bordi che la superficie. Quest’operazione va fatta per entrambi i Pan di spagna.

Ricavate tre dischi dal primo pan di spagna, serviranno per la base della torta mimosa all’ananas.

Inserite il primo disco di pan di spagna su di un piatto e bagnate con un pennellino tutta la base.

Prendete la vostra crema diplomatica . Farcite con un primo strato di crema diplomatica arricchita con ananas.

Procedete in questo modo fino a ricoprire l’ultimo disco di pan di spagna.

Ricoprite tutta la torta con la crema diplomatica che avete messo da parte aiutandovi con una spatola.

Prendete l’altro pan di spagna dividetelo a metà, ricavate i cubetti che serviranno per decorare tutta la superficie.

Cospargetela con tutti i cubetti di Pan di spagna, sia i bordi che la superficie.

La torta mimosa all’ananas è pronta, fatela riposare in frigorifero per qualche oretta.

Più riposa e più sarà buona, potete anche anticiparvi di un giorno.

Conservatela in frigorifero ben coperta e consumatela entro due giorni.

Leggi anche:

 373 total views,  1 views today

Precedente Torta mimosa classica Successivo Amuchina fatta in casa, la ricetta

Lascia un commento