Risotto alla zucca con pistacchi e scquaquerone

Il risotto alla zucca con pistacchi, gocce di scquaquerone e rosmarino vi sorprenderà: pochi giorni fa ho comprato la prima zucca di stagione e penso che quest’anno ne farò un uso spasmodico! Inoltre sono riuscita ad avere qualche piantina aromatica senza ucciderla prima ancora che spuntassero le foglie, quindi bisognava festeggiare!!!

Vediamo come prepararne quattro porzioni!

Ingredienti:

  • 350 g di vialone nano o carnaroli
  • 600 g di zucca
  • 1 cipollina rossa
  • 120 g di scquaquerone (o, in alternativa, crescenza)
  • 2 cucchiai di polpa di pomodoro
  • rosmarino fresco
  • basilico fresco
  • 1/2 bicchiere di prosecco o vino bianco frizzante
  • 1,5 lt di brodo vegetale (1 costa di sedano, 1 carota, 1 cipolla, 1 patata, 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro, 1 cucchiaio raso di sale grosso, 1 rametto di rosmarino)
  • 30 g di pistacchi
  • 30 g di burro
  • olio evo
  • sale

Mettete a bollire il brodo vegetale e lasciatelo col paraschizzi o semicoperto per 20 minuti circa a fiamma minima. Nel frattempo potete prepararvi la zucca: tritate la cipolla e tagliate a dadini tutta la zucca; mettete tutto insieme in padella, aggiungendo un filo d’olio, la polpa di pomodoro, un rametto di rosmarino tritato molto finemente ed una bella presa di sale. Se gradite, potete aggiungere anche del peperoncino. Lasciate cuocere a fiamma bassa per un quarto d’ora, saltando ogni tanto.

Ora è il momento di risottare: lasciate tostare il riso con un filo d’olio in casseruola (preferibilmente a bordi alti) per almeno un paio di minuti, prima di iniziare a sfumare col vino e aggiungere il brodo a mestolate. Ricordatevi di mantenere il brodo sempre in ebollizione!

Aggiungete la composta di zucca ed un rametto di rosmarino intero, e cuocete, controllando sempre il risotto armati di cucchiarella, per 13 minuti.

Adesso passate alla mantecatura. Prendete il burro (mi raccomando, ben freddo di frigo o addirittura posto in congelatore per dieci minuti) e aggiungetelo al risotto. Mescolate bene con la cucchiarella e ondeggiate il riso con un movimento orizzontale e circolare: aiuterà la fuoriuscita dell’amido dal riso. Attenzione massima durante questa fase: non fate asciugare il riso!

Continuate a mantecare per due o tre minuti. Infine spegnete la fiamma, coprite il risotto e lasciate riposare per qualche minuto.

Servite in tavola il risotto alla zucca completando l’impiattamento con fiori e foglioline di basilico, rosmarino tritato a volontà, pistacchi tritati grossolanamente e gocce di scquaquerone.

Precedente Spaghetti risottati in salsa deliziosa Successivo Maccheroni settembrini in crema di scamorza