Pesto di silene con mandorle e pistacchi

Pesto di silene con mandorle e pistacchi, proprio speciale.

La silene è una ottima verdura di campo che cresce in tutte le regioni da primavera ad autunno inoltrato. E’ conosciuta, e utilizzata in tutta Italia, con diversi nomi. Si utilizzano solo le foglie e le cimette, ma soprattutto i germogli dei fiori con i quali io preparo un delicato risotto.
Ha qualità astringenti e antisudorifiche. E’ ricca di vitamine B e C.
Con la silene io ho preparato, e continuerò parecchie ricette. L’ho inserite negli impasti della pasta, messa nelle lasagne, risotti, contorno, polpettone, frittate, minestre e vellutate. E’ un eccellente sostituto degli spinaci…inoltre è gratis ed è molto salutare andare a raccoglierla…sai com’è…si fanno delle belle passeggiate…

pesto di silene con mandorle e pistacch
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gsilene vulgaris
  • 1 ramettobasilico
  • 1 spicchioaglio
  • 30 gpistacchi
  • 30 gmandorle
  • 50 gpecorino o grana grattugiato
  • 1 pizzicosale grosso
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • Frullatore a immersione
  • Colino / Scolapasta
  • Panno da cucina
  • Pentolino
  • Coltello
  • Contenitori piccoli x freezer

Preparazione del Pesto di silene con mandorle e pistacchi

  1. pesto di silene con mandorle e pistacchi

    Raccogliete il silene quando è tenero e di un bel colore verde.

    Pulite il silene trattenendo solo le foglie e le cime. Se ci sono trattenente anche i germogli intanto che sono ben teneri. Eliminate completamente il gambo perché troppo duro. Lavate le foglie lavarle bene sotto acqua corrente fresca.

    Tamponare con un canovaccio per asciugarle e procedere alla preparazione del pesto.

  2. pesto di silene con mandorle e pistacchi

    Tuffate in acqua bollente per 2 0 3 minuti 1/3 delle foglie e scolatele subito.

    Sistemate le foglie asciutte nel bicchiere del frullatore ad immersione e aggiungete lo spicchio di aglio pelato ed il sale. Aggiungere le mandorle, i pistacchi, il pecorino e infine le foglie del basilico.

    Frullare a bassa velocità aggiungendo l’olio a filo, fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati perfettamente creando una crema.

  3. pesto di silene con mandorle e pistacchi

    Sistemate il pesto in un salsiera e portate in tavola con delle fette di pane abbrustolito.

  4. pesto di silene con mandorle e pistacchi

    NOTE:

    Io sbollento per pochi minuti prima di frullare per eliminare il gusto un pò ferroso che

    potrebbe avere a seconda del tipo di terreno in cui è stata raccolta.

    Le foglie di basilico sono facoltative.

    Per un pesto ancora più gustoso utilizzo i vari formaggi presenti in frigo dopo averli

    grattugiati e mischiati tra loro.

    Questo pesto è ottimo per accompagnare carne, preparare crostini e per condire la pasta

    e, nel caso si desidera un condimento cremoso stemperarlo con 2 cucchiaiate dell’acqua

    di cottura della pasta.

    In frigorifero si conserva per una settimana, in freezer per sei mesi. Io lo congelo in

    piccole dosi.

Tante altre ricette troverete nel mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sfiziose sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

Per chiarimenti sulla ricetta o se volete darmi qualche consiglio, lasciatemi un messaggio, ti risponderò nel più breve tempo possibile. Sono ben graditi i like, se la ricetta è stata gradita.

Ottimo primo le Trofie al pesto di broccoletti

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.