Crea sito

Sciroppo di acacia. Fresca bevanda

Sciroppo di acacia. Fresca bevanda

Durante le mie passeggiate nel bel parco che sono solita frequentare in primavera inoltrata sbocciano profumatissimi fiori che rendono ancora più piacevole la passeggiata.

Ho pensato di preparare qualche fresco sciroppo così mi sono documentata sul web, e dopo varie ricerche ho deciso di preparare lo sciroppo di acacia.

Gli sciroppi che fino ad ora ho preparato li ho sempre usati per preparare dolci, sia per dare gusto alle creme che per aromatizzare l’impasto.

Lo sciroppo di acacia è ottimo per queste cose ma è speciale per preparare una bevanda, fresca, e soprattutto sana.

Inoltre…volete mettere il gusto di dire…l’ho fatto io…o anche solo di regalare preparati sani e golosi?

Ma non solo, ho preparato anche lo sciroppo di tiglio che più avanti inserirò nel mio blog.

sciroppo di acacia. Fresca bevanda
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 + tempo di riposo minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    tante
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Petali di Acacia 200 g
  • Zucchero 800 g
  • Acido citrico 20 g
  • Acqua naturale 1 l
  • Bottiglie di vetro (piccole) q.b.

Preparazione

  1. sciroppo di acacia. Fresca bevanda

    Sciroppo di acacia. Fresca bevanda

    Occorre raccogliere i fiori lontano da posti inquinati e visto che l’acacia cresce dappertutto mai raccogliere fiori se gli alberi sono sul ciglio della strada dove passano in continuazione auto. Meglio recarsi in campagna o in collina….

    Dicevo, raccogliete i fiori di acacia lontano da fonti di inquinamento e che non abbia piovuto da almeno 4 giorni.

    Ora vi aspetta un lavoro noioso ma ne vale la pena. Togliete ad ogni fiore i petali ed i pistillo lasciando la “spina” di corolle, proprio come vedete nella foto.

  2. sciroppo di acacia. Fresca bevanda

    Mettete i petali in una grande ciotola.

    Fate bollire un litro di acqua naturale e versatela sui petali. Coprite e lasciate riposare per 24 ore.

  3. sciroppo di acacia. Fresca bevanda

    Il giorno dopo filtrate i petali attraverso un telo a maglia fitta, facendo ricadere il liquido in una pentola capiente. Filtrate ancora anche quando sembra che il succo sia finito….non è così. Ne uscirà ancora.
    Ora aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere con la fiamma al minimo, unite anche la polvere di acido citrico a metà cottura.
    Intanto che lo zucchero si scioglie del tutto sterilizzate le bottiglie.
    Io preferisco sempre le bottiglie piccole in modo tale da aprirle e consumarle subito. Inoltre in questo modo posso regalare, e quindi far assaggiare, a più parenti ed amici.
    Lavate le bottiglie, mettetele, insieme al tappo, in una bacinella di vetro piena d’ acqua e sterilizzatele nel forno a microonde, alla massima temperatura per 2 giri da 5 minuti ciascuno.
    Estrarre le bottiglie con delicatezza facendo attenzione a non scottarsi e riempitele subito con lo sciroppo ancora caldo.
    Chiudete le bottigliette molto bene e lasciatele capovolte sino a completo raffreddamento.

  4. sciroppo di acacia. Fresca bevanda

    E ora?

    Ora quando volete dissetarvi non vi resta che aprire una bottiglietta, diluirla con acqua fresca e ghiaccio e bere. Sentirete che bontà.

    E’ lo sciroppo ideale da offrire agli amici in un torrido pomeriggio per accoglierli scambiando amichevoli e leggeri ricordi.

Note

Sciroppo di acacia. Fresca bevanda

Vi segnalo alcuni sciroppi…

Sciroppo bianco fior di sambuco.

Sciroppo di tarassaco

…a altri li trovate nel mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sfiziose sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.