Crea sito

Sciroppo di tarassaco

Sciroppo di tarassaco
Sciroppo di tarassaco

 

Le proprietà del tarassaco, noto anche dente di leone, soffione e cicoria selvaggia, sono note: depurativo, diuretico e lassativo. Contiene inulina, tannino, zucchero e mucillagine. Tanta bontà si trova da primavera ed è un vero peccato lasciarsela sfuggire.

Ottime le foglioline tenere in misticanza con altre insalate; diuretica la pianta lessata e condita con un ottimo olio d’oliva.

Se ne fa anche uso per preparare un vino molto buono…per intenditori…e magari prima o poi ci proverò anche io.

Nel web ho visto la preparazione dello sciroppo e, spinta dalla curiosità, dopo aver letto il procedimento ho deciso di prepararlo anche io.

Ed ecco come ho realizzato lo sciroppo di tarassaco.

 

Ingredienti:

160 g di fiori di tarassaco (già puliti ed asciutti)

1 kg. di zucchero

1 limone

1 litro e mezzo di acqua

 

bottigliette di vetro

imbuto

colino a maglie strette

 

Procedimento:

Raccogliere i fiori di mattina scegliendo quelli belli e grossi, non appassiti. Eliminare lo stelo e le foglioline e trattenere solo i fiori.

Sciroppo di tarassaco..2         Sciroppo di tarassaco 3

Disporli per qualche ora all’aria per farli asciugare dalla brina/rugiada.

Mettere l’acqua in una pentola insieme ai fiori e portare a bollore. Cuocere per qualche minuto, spegnere, coprire e lasciare per 24 ore tutto nella pentola.

Trascorso questo tempo con l’aiuto di un colino a maglie strettissime filtrare il liquido.

Trasferire i fiori su un telo a maglie strette e schiacciarli lasciando uscire tutto il liquido che ancora contengono.

Per ogni litro di liquido filtrato aggiungere 1 kg di zucchero ed il succo (filtrato) di un limone intero.

Rimettere sul fuoco con la fiamma bassa e, continuando a mescolare cuocere sino a quando si avrà un liquido sciropposo secondo i propri gusti .

Intanto sterilizzare le bottiglie mettendo all’interno dell’acqua e passarli al microonde per 5 minuti alla massima temperatura. Svuotare le bottiglie all’ultimo momento per mantenerle sempre calde.

Al raggiungimento della consistenza desiderata riempire le bottiglie con lo sciroppo ancora caldo, chiudere bene e tenere le bottiglie capovolte sino al completo raffreddamento.

Sciroppo di tarassaco.3

NOTA: usare lo sciroppo quando si hanno problemi legati alla gola, tosse compresa.

Io lo uso nel caffè al posto dello zucchero e ho anche realizzato una torta cheesecake molto buona ed originale!

Se questa ricetta è stata di tuo gradimento e vuoi rimanere costantemente aggiornata seguimi su Facebook Twitter

 

 

 

 

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

5 Risposte a “Sciroppo di tarassaco”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.