Crea sito

Piante

notocactus
notocactus

 

ANIMALETTI:

01- Per eliminare i vari pidocchi che a volte compaiono sulle foglie, tritare qualche spicchio di aglio e lasciarli per qualche giorno a macerare nell’acqua. Filtrare, trasferire l’acqua in un nebulizzatore e irrorare le foglie.

COMPOSIZIONE:

01- Le tazze rotte del the non buttarle, incollare i pezzi riformando la tazza. Riempirla di terra e inserire una piccola piantina grassa in  ognuna. Raggruppare le tazze in un vassoio e tenerlo come centrotavola.

FIORI RECISI:

01- Un pizzico di sale nell’acqua dei fiori recisi li mantiene freschi e vivi più a lungo.

02- Un cucchiaino di zucchero messo nel vaso insieme all’acqua oppure un’aspirina.

FICUS:

01- Per far crescere il ficus benjamin bello e rigoglioso innaffiarlo con acqua e latte in parti uguali.

FERTILIZZANTE:

01- Lavare i gusci delle uova ed essiccarle. Ridurli in polvere e metterli insieme alla terra e dare così un fertilizzante naturale.

02- L’acqua dove sono state lessate le uova, una volta raffreddata, è ottima per concimare le piante in casa perchè ricca di sali minerali importanti per la loro crescita.

03- L’acqua minerale sgasata, se non piace, può essere usata per innaffiare le piante. Ottima per via sei sali che contiene.

04- Acqua con qualche goccio di latte, ottimo nutrimento per le piante.

05- Le foglie secche dei gerani invece di buttarle tritarle grossolanamente e mescolarle alla terra nei vasi.

06- L’ananas è un ottimo fertilizzante. Tagliare a pezzettini la buccia e mescolarla alla terra. Ottimo per le ortensie, camelie e gelsomini.

07- I fondi del caffè mescolati al terriccio sono un  ottimo fertilizzante soprattutto per azalee.

08- L’acqua di cottura di qualsiasi verdura diluita è un ottimo fertilizzante. Deve essere però senza sale perchè le radici si brucerebbero.

09- Estrarre dai filtri i te già usato e mescolarli alla terra

IRRORARE:

01- D’estate, sia in casa che sul balcone fanno sempre innaffiate la mattina o la sera. Mai sotto il sole perchè la calura scalda troppo l’acqua bruciandone le radici.

PIANTE-FIORI:

01- Eliminare sempre le foglie ed i fiori appassiti, anche gli steli.

ROSE:

01- Per eliminare i pidocchi presenti nella pianta tenere in acqua i mozziconi di sigarette senza filtro (la marca non ha importanza!) per 2 giorni. Filtrare e innaffiare, bagnando anche le foglie, le piante.

TALEE:

01- Per far emettere le radici, a un ramo che si intende piantare, più velocemente inserire nell’acua anche un cucchiaino di zucchero. In questo modo le radici spunteranno prima.

VASI

01- Sistemare dei sassolini tra il vaso ed in sottovaso in modo tale da far circolare l’aria.

02- Per eliminare le erbacce infestanti bollire dell’acqua salata, lasciarla intiepidire e versarcela sopra.

03- Per far si che i fiori recisi durano più a lungo versare nel vaso con l’acqua un cucchiaino di zucchero e una monetina di rame. Lo zucchero li nutre mantenendoli freschi ed il rame ne prolunga la vita essendo un ottimo fungicida. Nell’acqua inserire solo gli steli, togliere le foglie perchè marciscono prima.

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Una risposta a “Piante”

  1. i pidocchietti delle piante ogni anno sono in incubo. vediamo se riuscirò a combatterli quest’anno con il tuo consiglio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.