Il ragù di nonna Mina

Il ragù di nonna Mina non è un semplice ragù, è uno specialissimo ragù. Prima di aprire la porta di casa capisci già dal profumo cosa sta cuocendo sulla stufa. E come di ce una famosa pubblicità :”una cottura lenta, lenta”. Con questa ricetta nonna Mina ci svela i suoi trucchi: latte, bacche di ginepro e un peperone! . Inutile elencare gli usi di questo ragù: per condire la pasta, per le lasagne, per delle verdure ripiene al forno, la pasta pasticciata, con le patate bollite, su un crostone di pane tostato ………… d’obbligo in ogni caso la scarpetta finale! Ma non perdiamoci in chiacchIere, andiamo a leggere la ricetta.

edf

ATTREZZATURA: Pentola d. 20 di CRAFOND con coperchio di alluminio.

 

Seguici su Facebook e aggiungici ai preferiti per essere aggiornato sulle nostre ricette!

Se vuoi commenta la nostra ricetta qui sotto nell’apposito spazio.

 

 

Il ragù di nonna Mina
 
Tempo preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Autore:
Dosi: Italiana
Ingredienti
  • 500 gr carne macinata mista (manzo, maiale e vitello)
  • ½ bicchiere vino rosso
  • trito di carote, cipolla e sedano (2 cucchiai circa)
  • latte (q.b. circa ½ litro)
  • 1 tubetto concentrato di pomodoro
  • aromi: rosmarino, salvia, timo
  • sale
  • pepe
  • ⅘ bacche di ginepro
  • 1 peperone
Preparazione
  1. Rosolare la carne con poco olio a fuoco medio. Quando ben rosolata bagnare con ½ bicchiere di vino rosso e fare evaporare.
  2. Aggiungere il trito di carota, cipolla e sedano e un mazzetto legato con del filo di rosmarino, salvia e timo. Mescolare e rosolare.
  3. Formare ora un cratere al centro e mettere il tubetto di concentrato di pomodoro. Mescolare.
  4. Aggiungere sale, pepe e le bacche di ginepro.
  5. Coprire con il latte e aggiungere un peperone intero che andrà tolto dopo un'ora di cottura circa (serve a dare sapore al ragù).
  6. Cuocere lentamente con la fiamma al minimo per almeno due ore, comunque fino a quando il latte si sarà consumato.

Print Friendly, PDF & Email