Il simbolo della Speranza

La sua origine è molto antica, anche se fu ufficialmente codificato solo nella seconda metà del XVI secolo.
Alcune delle specie spontanee, all’inizio, furono coltivate come ortaggi, perché le radici carnose, hanno un sapore gradevolmente dolciastro.
Sin dall’antichità, le foglie e i fiori sono stati usati nella medicina popolare per preparare collutori contro le infiammazioni della bocca e della gola, grazie al benefico effetto che le sostanze resinose esercitano sui tessuti.
Sto parlando di…Continua a leggere»

Leggi anche:

 514 total views,  1 views today

Precedente Sformato Di Pesche Successivo Smoothie alla rosa

Lascia un commento