Crea sito

Sorbetto di prugne selvatiche con panna

Sorbetto di prugne selvatiche

Sorbetto di prugne selvatiche
Sorbetto di prugne selvatiche

 

 

 

 

 

 

 

 

Le prugne selvatiche così perfetti per chi ama la frutta con quel lieve retrogusto di amaro, acerbo. Io le raccolgo e realizzo veramente tanti tipi di conserva, dalla marmellata passando al succo e finendo allo sciroppo. E stavolta ci ho fatto pure il sorbetto, gustoso al pari, se non di più , del più classico sorbetto di limone. Molta semplice da preparare.

Ingredienti:

500 g. di prugne selvatiche

250 g di zucchero

250 g di acqua naturale

1 limone

4 cucchiai di miele

 

Procedimento:

Cominciamo a preparare il sorbetto di prugne selvatiche che come dicevo è molto semplice. Procurarsi le prugne raccogliendole durante una passeggiata.

prunge.1

 

 

 

 

 

 

Lavare i frutti ed eliminare i noccioli con il levanoccioli che si usa in genere per le ciliegie. Frullare col frullatore ad immersione e, tramite un colino e un telo a rete fitta filtrare trattenendo la parte liquida e buttare gli scarti.

Scaldare l’acqua in un pentolino insieme allo zucchero, in modo da formare lo sciroppo e lasciarlo sciogliere, mescolando spesso, a fiamma bassa.

Spremere il limone e il succo ottenuto aggiungerlo, insieme al miele, allo sciroppo che si sta preparando. Mescolare e unire il succo delle prugne. Il miele serve a non far ossidare la frutta.

Lasciare raffreddare e versare in piccoli contenitori. Io ho scelto dei piccoli contenitori quasi mono porzione.

Tenere i contenitori nel freezer per almeno 2 ore e mescolare spesso. In questo modo si evita la formazione dei cristalli di ghiaccio

Sorbetto di prungne selvatiche.1

 

 

 

 

 

 

Al momento di servire versare qualche cucchiaiata di succo di prugne selvatiche, aspettare un poco, mescolare e servire nelle coppette.

 

NOTA 1: io ho preparato anche il succo di frutta e quindi lo uso anche in questo modo…

NOTA 2: Se non trovate le prugne selvatiche potete prepararlo utilizzando la frutta acquistata.

Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

 

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.