Gricia la ricetta della tradizione romana che vi farà innamorare

Gricia la ricetta della tradizione romana che vi farà innamorare, chiamata anche amatriciana bianca è uno dei piatti più famosi a Roma.
La Gricia è una ricetta molto semplice, ci sono tre ingredienti fondamentali per la sua realizzazione: il guanciale, il pecorino romano e il pepe nero. E’ un piatto molto saporito e calorico, almeno una volta nella vita lo dovete provare, assolutamente.

La sua realizzazione è davvero semplice e ci vogliono più o meno 20 minuti in tutto, quindi un piatto perfetto per chi ha poco tempo.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura11 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la gricia

  • 100 gpecorino romano (grattugiato)
  • q.b.pepe nero macinato
  • 1 bicchiereacqua della pasta

Preparazione

  1. Come prima cosa tagliate a listarelle il guanciale, togliendo la parte dura. Mi raccomando non buttatela potrete riutilizzarla nelle minestre o nelle zuppe, la potete anche congelare per i mesi freddi.

  2. Mettete il guanciale in una padella antiaderente a rosolare sino a che diventa croccante senza aggiungere altri grassi.

  3. Nel frattempo mettete a bollire abbondante acqua con due prese di sale grosso per la pasta.

  4. Quando l’acqua bolle versateci la pasta e fatela cuocere nove minuti (o il tempo indicato nella busta per una cottura al dente).

  5. Versate un bicchierino di acqua della pasta nel guanciale e lasciatelo cuocere ancora un pochino in modo che l’amido della pasta si lega al guanciale.

  6. Quando l’acqua è pronta scolatela e versatela direttamente nella padella facendo cuocere ancora qualche minuto (massimo 3) nella padella col guanciale, aggiungete il pecorino grattugiato, mescolate bene e poi servite con una spolverata di pepe nero.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Pubblicato da incucinaconramy

Copywriter, blogger lifestyle e food, adoro cucinare, scrivere, disegnare, amo fare giardinaggio, giocare ai videogames. Sono una persona sensibile, timida e riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *