Ravioli sardi (Cruguxionis)

Era da tanto che volevo ricreare la ricetta di mia nonna, ho finalmente deciso di inaugurare la mia macchina per la pasta con una ricetta speciale che profuma di Sardegna, Campidano, la mia amata Terra. Un piatto amato da grandi e piccini che profuma tantissimo grazie al sugo semplice e al basilico, con un ripieno corposo e saporito dato dal gusto forte della ricotta di pecora sarda e il sapore più delicato degli spinaci. I Cruguxionis sono il piatto delle feste, non possono mancare , sopratutto la domenica, mia nonna li realizzava a mano e io l’aiutavo e l’ammiravo mentre stendeva la pasta, mentre preparava il ripieno facendo attenzione alle quantità, era molto precisa nelle dosi nelle forme.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    4-5 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

per l’impasto

  • Farina 00 1 kg
  • Uova 2
  • acqua tiepida 1 q.b.
  • Sale 1 q.b.

per il ripieno

  • ricotta di pecora 600 g
  • Uova 2
  • Sale 1 q.b.
  • Spinaci 500 g
  • fili di zafferano 6

Preparazione

  1. Prepariamo l’impasto mescolando per bene gli ingredienti aggiungendo poca acqua tiepida salata (un mezzo bicchiere ogni 500 gr) sino a che sarà omogeneo e malleabile. Se l’impasto risulta troppo morbido aggiungete pochissima farina.

  2. Prepariamo ora  il ripieno lavorando la ricotta con una forchetta, aggiungete le uova, lo zaferano sciolto in poca acqua tiepida e gli spinaci che avremo precedentemente lessato e strizzato(lasciateli sfreddare mi raccomando).

  3. Tirate la pasta con la macchinetta più volte in modo da ottenere una sfoglia fine e mettete un cucchiaino di ripieno a distanza regolare in modo che quando chiuderete i ravioli non si avvicini troppo all’altro e non strabordi.

  4. Chiudete la pasta eliminando l’aria schiacciando l’impasto con le dita, con l’aiuto della rotella tagliate la pasta ricavandone i ravioli. Mettete i ravioli su un canovaccio da cucina leggermente infarinato.

  5. Preparate un sugo semplice con pomodoro a polpa, cipolle, olio extravergine d’oliva e un tocco di basilico mentre nella pentola cuociono i ravioli.

Note

Versione con la semola:

semola fine 500 gr, 3 uova, stesso procedimento ma con la semola 🙂 se lo trovate troppo morbido aggiungete semola 🙂

Precedente Gelato al cioccolato Successivo Zucchine ripiene

2 commenti su “Ravioli sardi (Cruguxionis)

Lascia un commento