Bucce di anguria candite

Bucce di anguria candite, squisita dolcezza.

Ho scoperto casualmente questa ricetta e ho deciso di preparala subito per utilizzare i canditi nei dolci che preparo. Sia mettendoli nell’impasto che per decorare le torte.

bucce di anguria candite
  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • q.b.scorza di anguria
  • 200 mlacqua
  • 400 gzucchero
  • 1 bustinavaniglia Burbon del Madagascar
  • 1limone

Strumenti

  • Bacinella
  • Coltello
  • Pentola
  • Pelapatate
  • Tegame antiaderente
  • Bilancia
  • Cucchiaio
  • Colino / Scolapasta
  • Vasetto di vetro

Preparazione delle Bucce di anguria candite

  1. bucce di anguria candite.1

    Prima di affettare l’anguria lavate la buccia. Affettatela, mangiate la polpa lasciandone circa 1 cm attaccato alla buccia.

    Adesso con un coltello affilato, o con il pela patate togliete la parte verde della buccia.

  2. bucce di anguria candite.1

    Tagliate a striscette e poi a dadini possibilmente della stessa misura.

  3. bucce di anguria candite.1

    Inserite i dadini in una pentola, coprite con abbondante acqua e cuocete per 10 minuti da quando inizia il bollore. Ripetete questa operazione ancora una volta.

    Scolate i dadini, trasferiteli in una bacinella e lasciateli a mollo, in acqua fredda per 24 ore tenendo presente di cambiare l’acqua almeno tre volte.

  4. bucce di anguria candite.1

    Scolate i dadini e pesateli, in un tegame inserite la stessa quantità di zucchero e poco meno di 200 ml di acqua. L’acqua deve coprire appena appena lo zucchero.

    Mettete il tegame sul fuoco per circa 25 minuti, sino a quando comincia ad avere la consistenza mielosa. Spremere il limone, filtrate il succo e versatelo nel tegame, inserite anche la vaniglia. Io ho usato quella in polvere ma se preferite potete usare il bacello o quella liquida.

    Versate nel tegame i dadini di anguria e cuocete ancora per circa 50 minuti a fuoco basso. Mescolate di tanto in tanto. Eliminate con la schiumarola l’eventuale schiuma se si dovesse formare.

    Fate raffreddare completamente i pezzettini ormai caramellati e solo quando sono ben freddi trasferiteli in un barattolo di vetro con chiusura ermetica.

    Conservate il barattolo sempre in frigo.

    NOTA: userò questi fruttini caramellati per preparare torte e ciambelloni, inserendoli nell’impasto o per decorarli.

    Se preparate dei piccoli vasetti potrete regalarli a Natale insieme ad altre leccornie da voi preparati. Io li affiancherò ai funghi sott’olio.

Tante altre ricette troverete nel mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sfiziose sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su PinterestFacebook Twitter

Per chiarimenti sulla ricetta o se volete darmi qualche consiglio, lasciatemi un messaggio, ti risponderò nel più breve tempo possibile. Sono ben graditi i like, se la ricetta è stata gradita.

Vi propongo i Canditi al tarassaco e cacao, così squisiti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.