Sterilizzazione dei vasetti

Sterilizzazione vasetti.

L’ estate e l’ autunno sono, generalmente,  i mesi dedicati alla preparazione della cosiddetta “provvista”, sebbene anche la primavera ci regala molti frutti e ortaggi come fragole e asparagi ideali per essere conservati. Tuttavia, ogni momento dell’anno è buono per preparare tante gustose e genuine conserve sottovento. La conservazione casalinga, ci permette di sapere “cosa c’è dentro” al vasetto e di consumare cibi privi di sostanze chimiche.

Amo cimentarmi anche io in questa attività perché adoro tutto ciò che sa di casa, di rustico… Chi come me provvede a preparare la provvista, sa perfettamente che bisogna avere molta cautela nel farlo. Colgo quindi l’occasione per dedicare questo post alla sterilizzazione dei vasetti che ci serviranno. La buona riuscita della provvista, necessita di seguire determinate procedure di sterilizzazione  e di un ambiente il più pulito possibile e utilizzare barattoli perfettamente sterilizzati.

Sterilizzazione dei vasetti
Sterilizzazione dei vasetti

Prepariamo la sterilizzazione dei vasetti.

Scegliete i vasetti adeguati per le vostre conserve: potete optare per quelli a chiusura ermetica, facendo attenzione che la guarnizione sia nuova, oppure per quelli tradizionali, riciclati, con il coperchio metallico monouso perché consentono di controllare con facilità se durante la fase di pastorizzazione si è creato il sottovuoto.

In base alle vostre esigenze, potete scegliere il metodo che più ritenete opportuno:

I vasetti possono essere sterilizzati in lavastoviglie, avendo l’accortezza di posizionarli con l’ apertura rivolta verso il basso e poi di asciugarli molto bene.

Per i vasetti più piccoli, tipo quelli degli omogeneizzati, ho usato lo sterilizzatore dei biberon, che ormai non uso più.

Per la sterilizzazione dei vasetti in acqua bollente, scegliete una pentola capiente per contenere tutti i vasetti e i coperchi. Ponete sul fondo della pentola un canovaccio e iniziate a disporre i vasetti, cercando di avvolgerli con dei canovacci, per non tenerli a contatto diretto gli uni con gli altri rischiando che si rompano. Riempite la pentola con dell’acqua fredda fino a coprire tutti i barattoli e portate a ebollizione lasciando sterilizzare per circa 15 minuti. Estraete i vasetti dalla pentola, utilizzando delle pinze o le mani ben lavate. Quindi lasciateli asciugare completamente capovolti su un canovaccio pulito. Una volta che i vasetti e i coperchi saranno asciutti, potete procedere con le diverse conserve.

Sterilizzazione dei vasetti
Sterilizzazione dei vasetti

Se hai trovato interessante questo post, e vuoi restare continuamente aggiornato sulle ultime novità, iscriviti alla newsletter nell’apposito spazio che trovi nella homepage oppure seguimi su Facebook.

 

Precedente Tiramisù rouge Successivo Bon bon alla menta

6 commenti su “Sterilizzazione dei vasetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.