CROSTATA alla ricotta e latte condensato

Crostata alla ricotta e latte condensato un dolce semplice, si percepisce il  sapore della tradizione di famiglia. Perfetta da offrire ai nostri ospiti per le festivita’ di Pasqua ovviamente e’ piacevolissima da gustare tutto l’anno. Realizzata con una gustosa frolla e farcita con una golosissima crema alla ricotta e latte condesato che la rende particolare al palato. Vi invito a provarla e seguire i passaggi, sono sicura che conquistera’ proprio tutti!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Farina (Per base) 350 g
  • Uova 2
  • Zucchero 150 g
  • Burro 150 g
  • Lievito in polvere per dolci 2 cucchiaini
  • Vanillina 1 bustina
  • Ricotta vaccina (Per la Farcitura) 400 g
  • uovo (Solo il tuorlo) 1
  • Latte condensato 150 ml
  • Gocce di cioccolato fondente 100 g

Preparazione

  1. Lasciare il burro a temperatura ambiente in anticipo

    Setacciare la farina, inserirla in una ciotola con lievito e vanillina, aggiungere il burro morbido, lo zucchero e le uova, con una forchetta mescolare un pochino gli ingredienti, poi con la mano impastare energicamente fino ad ottenere un panetto, tenere da parte.

    Prparare la farcia: In una ciotola inserire la ricotta, il tuorlo d’uovo e il latte condensato, mescolare con una spatola, per ultimo aggiungere le gocce di cioccolato.

    Imburrare uno stampo per crostata di seguito infarinata.

    Dividere l’impasto per 3/4  la parte piu’ grande stenderla sulla teglia, bucherellarla e versare la crema, livellarla con la spatola.

    Con il restante impasto stenderlo con un mattarello, eseguire dei tagli per la lunghezza larghi circa 1 cm con una rotellina zigrinata e andarli aposizionare diagonalmente sulla farcitura di ricotta.

    Infornare a forno caldo modalita’ statica 180 gr per 20 mn fino a doratura.

    Vi invito a diventare fan della mia pagina FB  e del mio Canale YouTube per restare sempre aggiornati con nuove ricette. Se questa ricetta ti e’ piaciuta condividila per non perdermi di vista. Grazie per l’attenzione.

Note

Quando preparate L’ impasto non necessariamente serve metterlo a riposo in frigo, dal momento in cui c’e’ l’aggiunta del lievito, al contrario se non lo utilizzate, serve lasciarlo a riposo in frigo.

Precedente SPAGHETTI AL FORNO con pomodorini Successivo Torta piemontese alle nocciole

Lascia un commento