Brodo di Trippa

Print Friendly, PDF & Email

Brodo di trippa genovese è una zuppa povera ma gustosissima. In Liguria si può ancora gustarlo nelle ormai poche tripperie, un tempo veniva servito nelle stesse, in grosse tazze fumanti.

La trippa fa parte del cosiddetto quinto quarto, è una frattaglia economica, usata in gastronomia e ricavata dalle diverse parti dello stomaco del bovino. Diversamente da quanti pensano non è ricavata dall’intestino. La trippa costituisce un alimento tradizionale di molte regioni d’Italia

Per prepararlo in casa
Difficoltà: Facile. Preparazione 20′. Per 4 Persone
INGREDIENTI
600 g circa di trippa precotta mista (centopelli, croce, riccia, castagnetta.. ecc)
1 cipolla di media grandezza
1 carota
1 costa di sedano
prezzemolo
1 spicco d’aglio
pepe in grani
1 litro di acqua circa
sale pepe
Parmigiano grattugiato
pane casereccio abbrustolito

Preparazione: Brodo di Trippa

Se non è già pronta, tagliare la trippa a listarelle.
Pulite la costa di sedano, la carota, e qualche rametto di prezzemolo mette tutto in una casseruola con l’acqua, aggiungete una manciatina di sale, una foglia di alloro se piace e dei grani di pepe, mette il coperchio e lasciate bollire piano.

Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare molto dolcemente in una padella con un filo di olio. Quando la cipolla comincia a prendere colore, unitela alla trippa e lasciate insaporire la zuppa coperta, continuate la cottura, fino a quando la trippa sarà tenera. Eliminate dal brodo le gambe delle verdure

Portatela in tavola caldissima accompagnandola con fette di pane abbrustolito in precedenza spolverate il piatto con del Parmigiano grattugiato, e pepe.
E se piace strofinate il pane con l’aglio.

La più antica Tripperia genovese.

Precedente Pasta con le Sarde Successivo Torta con Crema e Ciliegie