Crea sito

Tartufi al tiramisù, ricetta veloce senza cottura

tartufi al tiramisùI tartufi al tiramisù sono un concentrato di pura golosità: il dolce più buono del mondo racchiuso in un boccone. Facili e veloci da preparare, sono senza cottura e senza uova!

La prima volta che ho preparato i tartufi al tiramisù ero alla ricerca di qualcosa di originale con cui decorare una torta di compleanno proprio al tiramisù (la ricetta presto sul blog!). Così, navigando nel mare di siti di cucina, sono approdata sul sito del Cucchiaio d’Argento e ho trovato questa ricetta fantastica. Per me, potrebbero uguagliare l’originale per quanto sono buoni! Provateli anche voi!

Ingredienti per circa 12-15 tartufi al tiramisù:

  • 300 g di mascarpone
  • 200 g di savoiardi o altri biscotti secchi
  • 50 g di zucchero a velo
  • 20 g di caffè espresso (circa una tazzina)
  • qb Nutella
  • qb cacao amaro in polvere

Iniziate la preparazione dei tartufi al tiramisù sbriciolando finemente i biscotti con l’aiuto di un mixer. La ricetta che ho visto sul sito prevede i classici savoiardi. Io non li avevo in casa e ho usato dei biscotti qualunque, quelli per la colazione. Il risultato è stato strepitoso lo stesso!

Passate quindi a preparare la crema. Mescolate il mascarpone e lo zucchero a velo, in modo da ottenere una crema morbida. Per velocizzare l’operazione, potete aiutarvi con uno sbattitore elettrico. Una volta ottenuta una crema, aggiungete il caffè e i biscotti tritati. Mescolate di nuovo l’impasto per ottenere un composto omogeneo. Riponetelo a solidificare in frigo per almeno un’oretta.

Trascorso il tempo necessario, potete dare forma ai tartufi al tiramisù. Prelevate un cucchiaio di impasto e passatelo sul palmo delle mani per creare una pallina. Dovrà essere piuttosto grandicella, diciamo circa 3 cm di diametro o un po’ più grande di una noce. Premendo con il dito, formate un incavo al centro e disponeteci una punta di cucchiaio di Nutella. Richiudete la pallina, cercando di lavorare il composto il meno possibile perché più si lavora e più si ammorbidisce. Passate il tartufo nel cacao prima di rimetterlo nuovamente in frigorifero.

Procedete allo stesso modo fino a quando non avrete finito l’impasto. Conservate i tartufi al tiramisù in frigo fino al momento di servire. Se volete, potete preparare in anticipo i tartufi: i nostri sono durati un giorno in frigo. Al momento, non sappiamo dire se potrebbero conservarsi più a lungo perché non siamo riusciti a resistere e li abbiamo mangiati tutti!

Se vi è piaciuta questa ricetta, cliccate Mi piace sulla nostra pagina Facebook Tutta colpa di Masterchef per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità che sforna la nostra cucina!

Salva

Salva