Un pò di nero in questo Risotto di seppia

Un pò di nero in questo Risotto di seppia un nome originale per un Risotto al nero di seppia che non passa di certo in osservato, primo piatto gustoso, tanto nero e decisamente elegante e raffinato da servire in tavola.

Ha vederlo può sembrare un primo piatto complicato da realizzare in casa , ma tutt’altro è facile e veloce da preparare. Il mio consiglio e per ottenere un risotto al nero di seppia perfetto, è quello di utilizzare delle seppie freschissime e il suo nero, insieme conferiscono un sapore e profumo di mare che solo il pesce fresco vi può regalare.

Ti potrebbe interessare..

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Un pò di nero in questo Risotto di seppia un primo piatto gustoso, tanto nero e decisamente elegante e raffinato da servire in tavola.

Ricetta Un pò di nero in questo Risotto

Ingredienti

350 g riso Carnaroli
2 g seppie (peso totale 380g)
4 seppioline
nero di seppia (3 sacche)
1 spicchio aglio
1/2 bicchiere prosecco (o vino secco)
olio extravergine d’oliva

Per il brodo vegetale

1 l acqua
1 carota
1 cipolla
1 zucchina
1 costa sedano
sale

Passaggi

Per preparare questo speciale Risotto al nero di seppia

Per preparare il Risotto al nero di seppia iniziate con il preparare un brodo vegetale inserite le verdure mondate cipolla, carota, sedano e zucchina all’interno di una pentola con acqua fredda leggermente salata e fate cuocere per almeno 1 ora. Dopo di che togliete le verdure con una schiumarola.

Passiamo alla preparazione delle seppie

Mettete le seppie pulite e sciacquate su un tagliere, tagliate i tentacoli a pezzi non troppo piccoli e tagliate a listarelle anche la testa delle seppie.


Una volta pronte le seppie aggiungete anche le 4 seppioline poi potete dedicarvi alla cottura.

Prendete una pentola dai bordi alti e versate abbondante olio e lo spicchio di aglio, fate soffriggere l’aglio e poi una volta rosolato toglietelo.


Unite le seppioline e fate cuocere per 3-4 minuti, aggiungete ora le seppie tagliate e fate rosolare per altri 5 minuti, mescolate i pezzi di seppia per non farli attaccare alla pentola.

Poi togliete le 4 seppioline, che metterete da una parte per la decorazione finale.

Unite il riso e fatelo tostare per qualche secondo, sfumate con il prosecco e lasciatelo evaporare. Ora aggiungete il brodo vegetale, versate un mestolo di brodo per volta aspettate l’assorbimento del primo, prima di aggiungerne un altro.

Mescolate e aggiungete il pepe e continuate la cottura.

Nel frattempo versate in una ciotolina le sacche del nero di seppia. Unite 1/2 mestolo di brodo caldo alle sacche e mescolate per far sciogliere il tutto.

A metà cottura togliete il riso dal fuoco e versate il nero di seppia.
Una volta messo il nero di seppia nel risotto, portate la pentola sul fuoco e mescolate per bene in modo che il nero si amalgami al riso.

Una volta messo il nero di seppia nel risotto, portate la pentola sul fuoco e mescolate per bene in modo che il nero si amalgami al riso.

Il Risotto al nero è pronto, impiattate caldo e decorate con le seppioline messe da parte, spolverate con prezzemolo tritato e servite.. Buon appetito!

Risotto di seppia

Consigli di Vittoria

Per un risotto al nero di seppia ancora più gustoso potete aggiungere dei gamberetti o scampi.
Potete utilizzare al posto del prosecco del vino bianco secco o brandy
Il Risotto potete conservarlo in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico non più di 1 giorni

Risotto al nero di seppia

Una ricetta che vi consiglio di provare, mandatemi le vostre foto che le posterò sui miei social

Seguimi

Su facebook  Trenette, pennette e un qb di fantasia

Sul mio profilo Instagram troverai tante novità..ti aspetto!

E sul mio canale Telegram


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.