Crea sito

Spaghetti al pesto di cavolo nero

Spaghetti al pesto di cavolo nero

Spaghetti al pesto di cavolo nero.
Spaghetti al pesto di cavolo nero.

 

 

 

 

 

 

 

 

E quando vai dalla sorella e prima di andar via ti dice…vuoi anche del cavolo nero oltre a del prezzemolo…non è che la puoi offendere dicendo di no?!?!

Eppoi io sono, come diceva sempre mia mamma una gallina…che…cammina…cammina…torna sempre con la “panza china”…ossia traduco dal siciliano pancia piena.

E così, seguendo anche un suo consiglio ho preparato gli spaghetti al pesto di cavolo nero. Devo dire che sono stati molto apprezzati anche da mio marito che solitamente rifiutava i primi a base di verdura…solo il minestrone accettava, invece adesso apprezza veramente tutti i miei piatti a base di verdura, soprattutto quelli realizzati con il silene.

Spaghetti al pesto di cavolo nero.12

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti x 2:

150 g. di spaghetti ristorante

500 g. di foglie di cavolo nero

30 g. di pistacchi

30 g. di anacardi

30 g. di arachidi

olio evo q.b.

sale

Procedimento:

 Spaghetti al pesto di cavolo nero.5

 

 

 

 

 

Per prima cosa togliere la parte dura della foglia centrale ad ogni foglia.

Spaghetti al pesto di cavolo nero.6

 

 

 

 

 

 

Lavare molto bene le foglie e poi tagliarle grossolanamente.

Spaghetti al pesto di cavolo nero.7

 

 

 

 

 

 

Lessare in abbondante acqua salata, quindi scolare e lasciar raffreddare.

Sbucciare intanto i tre tipi di frutta secca. Volendo potete limitarvi a un solo gusto oppure a variare inserendone altri.

Spaghetti al pesto di cavolo nero.8

 

 

 

 

 

 

Tritare nel mix la frutta secca riducendola in piccolissimi pezzi,

Spaghetti al pesto di cavolo nero.9

Spaghetti al pesto di cavolo nero.10

 

 

 

 

 

Aggiungere nel mix le foglie cotte sgocciolate e fruttare, riducendo a crema ed inserendo poco per volta l’olio evo fino a raggiungere la cremosità gradita.

Spaghetti al pesto di cavolo nero.11

 

 

 

 

 

 

Lessare intanto gli spaghetti in acqua salata e, dopo averli ben scolati condirli con il pesto preparato.

 

NOTA: veramente buono, gusto. Chiaramente il pesto preparato era tanto e, affettando e abbrustolendo del pane raffermo di un giorno ho realizzato, il giorno dopo, delle golose “bruschette”…che sono state il nostro pranzo. Tanto erano buone.

 

Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

 

 

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.