Crea sito

Lasagne di inaugurazione. Che festa.

Lasagne di inaugurazione. Che festa.

Ho cambiato abitazione da poco. Ed ho finalmente il mio forno nuovo e funzionante.

Ed i figli hanno ben pensato di auto invitarsi ad inaugurare la casa…preoccupandosi di farmi notare di come a loro piacciono le lasagne…quelle classiche. E così sono caduta nella trappola…io che pensavo di organizzare con calma una bella cenetta famigliare ho dovuto “correre” per accontentarli.

Ho preparato quindi le Lasagne di inaugurazione.

lasagne di inaugurazione. Che festa
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    4 ora
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    8 8
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

per il sugo

  • Salsiccia di pollo 200 g
  • Carne trita di vitellio 400 g
  • Vino rosso 1 bicchiere
  • Passata di pomodoro (da 750 g.) 2 vasetti
  • Concentrato di pomodoro 2 cucchiai
  • soffritto misto q.b.
  • Sale q.b.

per la pasta

  • Lasagne fresche (all’uovo) 500 g
  • Besciamella 500 g
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 100 g
  • Mozzarella 1
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. lasagne di inaugurazione. Che festa

    Per preparare le Lasagne di inaugurazione. Che festa, bisogna cominciare a preparare il sugo con largo anticipo.

    Per prepara questo ragù cominciamo a togliere la pellicina alla salsiccia e la sbricioliamo nella pentola insieme al soffritto misto. Far cuocere a fuoco basso schiacciando e separando la salsiccia.

    Quando è bella e sbriciolata e comincia a rosolare unire anche la carne trita di vitello. Continuare a soffriggere, sempre mescolando e schiacciando la carne per evitare di formare dei “pezzi” di carne.

    Quando tutta la carne è soffritta e “sbriciolata” unire il vino rosso e far evaporare, sempre mescolando.

    A questo punto aggiungere la passata di pomodoro ed il concentrato. Regolare di sale e cuocere a fuoco basso. Mescolare abbastanza spesso.

    A cottura ultimata il sugo deve risultare ristretto. La cottura per un buon sugo deve essere a fuoco basso e lunga, circa 3 ore. Se si prepara il giorno prima è ancora più buono.

  2. lasagne di inaugurazione. Che festa

    E ora cominciamo ad assemblare la lasagna.

    Io solitamente non lascio separato il sugo dalla besciamella ma li mescolo facendoli ben amalgamare.

    E cominciamo dalla mozzarella, aprirla, affettarla e lasciarla nel colino a perdere più acqua possibile.
    Se si vuole evitare questa operazione acquistare la mozzarella per pizza in quanto non è immersa nell’acqua.

    Mettere nel sugo la besciamella pronta, se si ha tempo prepararla con la farina, il burro ed il latte.

    Mescolare molto bene.

    In una capiente padella mettere l’acqua a bollire e cuocere per qualche minuto qualche lasagna per volta lasciandole al dente e, intanto che si cuociono le successive, mettere uno strato di sugo sul fondo della teglia, adagiarvi le lasagne e coprirle con abbondante sugo.

    Sul sugo mettere qualche fettina di mozzarella sfilacciandola qui e là. Spolverare con del parmigiano grattugiato.

    Proseguire in questo modo, formando gli strati di pasta e alternando alternando gli ingredienti sino ad esaurimento degli stessi.

    Finire con la mozzarella ed abbondante parmigiano.

    Scaldare il forno portandolo a 180 g e cuocere le lasagne per circa 20 minuti.

    Servire caldo.

    Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

Note

Lasagne di inaugurazione. Che festa.

Ho spiegato il perchè del titolo, ora vi propongo altre mie lasagne.

Lasagne bianche al sugo di noci

Altre ricette le troverete nel mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sfiziose sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

Per altre proposte visitate il mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sfiziose sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook Twitter

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.