L’aranzada, dolce tipico sardo


L’aranzada, un dolce sardo e si prepara nel periodo invernale con l’utilizzo di tre semplici ingredienti come miele, mandorle ed arance.

E’ una preparazione abbastanza facile anche per i principianti, richiede solo una certa pazienza perché le scorze per più giorni devono riposare in acqua fresca che va sostituita più volte al giorno.
La ricetta è originaria della Sardegna e sembra che sia stata creata nel 1886 dal pasticciere Battista Guiso. Dolce che riuscì a commercializzare il dolce anche nel resto d’Italia ed in Europa. Pare che persino la regina Margherita li gradisse tanto che il cuoco fu autorizzato a far stampare sulle confezioni del suo dolce il titolo di “Fornitore di S.M. la Regina Madre
e lo stemma della regina.

l'aranzada, dolce tipitco sardo
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo5 Giorni
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gbucce di arance bio
  • 250 gmiele
  • 50 gzucchero
  • 30 ggranella di mandorle

Strumenti

  • Bacinella
  • Coltello
  • Tagliere
  • Padella
  • 30 Pirottini
  • Colino / Scolapasta

Preparazione del L’aranzada, dolce tipico sardo

  1. l'aranzada, dolce tipitco sardo

    Per prima cosa si devono scegliere delle arance bio.

    Io ho lavato e asciugato le arance, poi le ho tagliate a metà e le ho spremute. Ho bevuto la spremuta e poi ho proseguito con la preparazione che, come dicevo, è un poco lunga ma non difficile.

    Ho tolto tutti i filamenti interni, ho tagliato a metà ogni mezza arancia e le ho messe a bagno in un tegame con l’acqua fresca. Acqua che ho cambiato 4 volte al giorno. Questa operazione l’ho fatta per cinque giorni.

    Trascorso questo tempo ho tagliato a striscette le bucce ed ho tolto la parte interna bianca poichè è un poco amarognola. A me piace il suo gusto e ad alcune bucce l’ho lasciata.

    Ho messo in una padella antiaderente le bucce tagliate a listelle insieme al miele e alle lamelle di mandorle e ho fatto cuocere per circa 15-20 minuti.

  2. l'aranzada, dolce tipitco sardo

    Proseguiamo alla preparazione dell’Aranzada, dolce tipico sardo.

    Ho travasato le bucce su un foglio di stagnola, ho livellato le bucce e le ho fatte asciugare per circa 3 ore.

  3. l'aranzada, dolce tipitco sardo

    Quando si sono asciugate le ho tagliate a striscioline e le ho messe nei pirottini di carta.

    Ho messo i pirottini in una scatola di latta e le ho conservante in frigorifero per diversi giorni.

    NOTA: poichè mi piace tanto anche il gusto del limone ne ho preparate un poco con solo limone. Il risultato? Buono ma un poco dure…magari proverò a lessare un poco la buccia prima di procedere con la ricetta.

Tante altre ricette trovate nel mio blog, Pane & Tulipani e se queste ricette sono state di vostro gradimento e vorrete rimanere costantemente aggiornate seguitemi su Facebook, su Pinterest, su Twitter, su Instagram e su Linkedin.

Per chiarimenti sulla ricetta o se volete darmi qualche consiglio, lasciatemi un messaggio, risponderò nel più breve tempo possibile. E’ ben accettato il like, se avete gradito la ricetta.

Volete fare altro con la buccia di arancia? Bucce d’arancia candite al cioccolato

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da vincenzina52

Saluti a tutti! Sono Vincenzina, Enza per gli amici. Ho 60 anni, 2 figli e tanta passione per la rielaborazione di ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.