Frittelle di finocchietto selvatico

Beh se ti ritrovi questa verdura magari gratis, perché la raccogli nella tua campagna cerchi tutte le ricette possibili per mangiarla. Ecco che si rispolverano vecchie ricette come queste frittelle di finocchietto selvatico, un contorno fresco e gustoso, un fritto davvero asciutto grazie ad una pastella da fare con solo 1 uovo, e veloce grazie alla lievitazione istantanea del lievito chimico per salati oppure, visto che io non l’avevo, alla stessa quantità di bicarbonato. Un piatto molto economico, se la verdura si raccoglie in campagna, ma anche nei mercati ha un costo basso, certo non è facile trovarla fuori dalla Sicilia; se volete provare la ricetta vi suggerisco di usare dei teneri spinaci, ma mescolandoli alla pastella da crudi.

Frittelle di finocchietto selvatico
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 mazzettofinocchietti selvatici (500 grammi circa)
  • 1uovo
  • 50 gfarina 0
  • 30 mlacqua (fredda)
  • 1 pizzicolievito istantaneo per preparazioni salate (oppure bicarbonato)
  • sale
  • 4 cucchiaiolio di oliva

Preparazione

  1. Pulire i finocchietti, eliminando i gambi più duri quindi lavarli sciacquandoli più volte. Lessare in acqua bollente, salare e cuocere per circa 20 minuti, scolarli molto bene e far intiepidire. Tagliarli a pezzetti. Nel frattempo preparare la pastella densa, sbattere l’uovo in una ciotola, unire la farina, l’acqua, il lievito e il sale. Aggiungere quindi i finocchietti alla pastella. In una padella scaldare l’olio, prendere una cucchiaiata di impasto per volta e friggere schiacciando un poco, girare e cuocere dall’altro lato. Scolare le frittelle su carta assorbente, salare a piacere e mangiare ben calde.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.