Crescentine con salumi

Le crescentine  sono un piatto tipico bolognese molto semplice da preparare, un antipasto da servire  con i tanti salumi tipici della zona e altri a vostra scelta. Comunque questo è un piatto della cucina povera emiliana e romagnola, presente anche in altre zone vicine, ma conosciuto con nomi diversi, si chiamano chizze a Cremona, torta fritta a Parma, gnocco fritto a Reggio Emilia e Modena. Le ricette variano di poco, quella che ho provato io non prevede l’uso di lievito, ma di bicarbonato. Sono un antipasto o uno sfizio da accompagnare sia con salumi come prosciutto crudo e cotto, mortadella e salame, oppure con formaggi cremosi come taleggio, gorgonzola o crescenza.

 

Crescentine con salumi

Ingredienti:

300 g di farina 00 oppure 0

1 cucchiaio di olio d’oliva
150 ml circa di latte tiepido
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
1/2 litro di olio di semi di girasole
sale

200 g di salumi misti e a piacere

Preparazione:

Setacciare la farina con un pizzico di sale sulla spianatoia, fare la fontana e versare al centro il bicarbonato e l’olio d’oliva. Mescolare gli ingredienti con un cucchiaio di legno, aggiungendo a poco a poco il latte tiepido necessario a formare un impasto liscio e omogeneo. Poi impastare con le mani per una decina di minuti, lavorando con energia. Far riposare coperta con della pellicola trasparente per circa un’ora. Stendere la pasta con il mattarello a uno spessore di circa 5 millimetri, tagliarla con una rotella per pizza (io ho fatto così), o anche con un coltello, a rettangoli. Versare l’olio di semi in una casseruola e portarlo a temperatura, quindi immergere i rettangoli e friggerli per circa 2 minuti, rigirandoli a metà cottura perché siano ben dorate e gonfie. Servire ben calde con salumi affettati.

Uno sfizio simile, ma stavolta tipico del sud Italia sono le pizzelle fritte:

Le pizzelle fritte

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi nella mia pagina facebook Un’idea al giorno e non dimenticate di mettere like e commentare per non perdervi le mie ricette in pagina. Seguitemi anche su Pinterest

Precedente Insalata di fave con gamberetti e pomodorini Successivo Pasta con fave e salame