Chiacchiere a modo mio

Non è carnevale senza le chiacchiere, ma le Chiacchiere a modo mio sono cicciotte, morbidose e profumate, d’altronde mio marito le adora così e guai se mi vengono troppo sottili, non sono quelle che gli piacciono.

Non aspettatevi quindi le chiacchiere classiche, sottili e friabili, magari con la macchina per la sfoglia vengono pure, ma le nostre chiacchiere sono queste, stese col mattarello e poi annodate, ritagliate e decorate con la rotella dentellata.

 
Chiacchiere a modo mio
Chiacchiere a modo mio

 

Chiacchiere a modo mio

Ingredienti:

500 g farina
50 g zucchero
50 g burro
2 tuorli + 1 uovo intero
1 bicchiere di vino bianco
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
olio per friggere
1 busta zucchero a velo

Preparazione:

Disponete la farina a fontana e al centro sgusciate l’uovo e i tuorli, il lievito, il burro,lo zucchero, la vanillina e un pizzico di sale e poi il vino bianco, mescolate bene dall’esterno verso l’interno in modo che la farina venga assorbita tutta. Impastate bene fino ad avere un composto liscio ed omogeneo, formate una palla e mettetela in una ciotola, coprite con un panno umido e fate lievitare per almeno 30 minuti. Spolverizzate di farina il piano di lavoro e stendete la pasta preparata con il mattarello, dovete ottenere una sfoglia sottile, ma non troppo. Ritagliate delle strisce usando una rotellina a taglio smerlato, potete farle della misura che preferite, anche qui le forme cambiano in base alla regione. Friggete le chiacchiere in abbondante olio caldo e fatele dorare da tutti i lati. Estraete le chiacchiere dall’olio con un mestolo forato e poi fatele asciugare su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Mettete le chiacchiere su un piatto da portata e spolverizzatele con lo zucchero a velo.

Se siete in vena di friggere potete aggiungere anche queste frittelle:

Castagnole alla ricotta ripiene

Se vi piacciono le mie ricette, non dimenticate di lasciare il like alla mia pagina Un’idea al giorno

Precedente Margherita novembrina Successivo Tagliatelle alla crema di piselli e gamberetti