Cherry pie

Il nome di questo splendido dolce ci ricorda le origini statunitensi di questa delizia, una crostata con una base di brisée, ripiena quasi esclusivamente di frutta, deliziose e irresistibili ciliegie. La parte più lunga è certamente quella che vi vedrà a snocciolare le ciliegie, operazione devo dire anche abbastanza noiosa, ma non si può evitare; delegare sì può, un marito oppure dei figli pronti ad aiutare potrebbero essere utili. E’ un dolce che non prevede creme al latte, se volete avere un dolce senza lattosio sostituite il burro con burro senza lattosio oppure margarina.

Cherry pie
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Per la pasta brisée:

  • 300 gfarina 00
  • 150 gburro
  • 6 cucchiaiacqua (fredda di frigo)
  • sale

Per il ripieno:

  • 700 gciliegie (già pulite)
  • 150 gzucchero
  • 20 gfecola di patate (2 cucchiai)

Preparazione

  1. Setacciare la farina in una ciotola larga, disporla a fontana e mettervi al centro il burro morbido a pezzetti, un pizzico di sale e qualche cucchiaio di acqua, cominciare ad amalgamare con la punta delle dita. Aggiungere ancora dell’acqua fredda e impastare quel tanto che basta per ottenere un impasto omogeneo. Avvolgerlo con pellicola trasparente e far riposare la pasta per un’ora in frigo.

    Lavare e asciugare le ciliegie, togliere il picciolo e snocciolarle con l’apposito utensile eseguendo l’operazione sopra una ciotola per non disperderne il succo. Mescolare lo zucchero con la fecola, unirlo alle ciliegie, mescolare e fare riposare il composto per una decina di minuti.

    Foderare uno stampo da crostata di 28 centimetri con della carta forno; riprendere la pasta dal frigo, dividerla in due parti, una parte più grande dell’altra, stendere la più grande con il mattarello in modo da coprire fondo e bordi di uno stampo da crostata. Versarvi le ciliegie e coprire con il disco più piccolo, steso pure in una sfoglia fine. Richiudere per bene i lembi della pasta, ma praticare dei fori, io ho fatto dei tagli sulla pasta.

    Pennellare tutta la superficie della crostata con il latte e spolverizzare con lo zucchero semolato. Infornare a 200° per circa 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 180° e cuocere per altri 50 minuti.

  2. Far raffreddare la cherry pie nel recipiente di cottura, quindi sformare con delicatezza e porzionare; si può accompagnare ogni fetta con gelato alla vaniglia o con panna montata.

Altri dolci con la frutta che potrebbero interessarvi li trovate di seguito cliccando sui titoli: Granita al limone a modo mio, Focaccia con l’uva, Torta di fichi, Clafoutis di ciliegie, Fagottini di mele.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.