Margherite al ragù di pollo

Queste margherite al ragù di pollo sono un’idea di riciclo trovata su Cookaround, con cui si ottiene un piatto buonissimo da carne di recupero già cotta.
Per mio consiglio potrebbe non essere necessariamente pollo, ma anche arrosto oppure spezzatino, un riciclo saporitissimo che darà una nuova vita a ciò che resta nel frigo.
Un soffritto di odori classico arricchito da salvia e rosmarino e la salsa di pomodoro sostituita dal gusto ancora invernale del concentrato, un formato di pasta sfizioso ed ecco che un triste fuso o un petto di pollo che nessuno vuole riacquistano sapore e dignità.
Margherite al ragù di pollo
 
Ingredienti:
350 g di margherite
250 g. di carne di pollo avanzata
1/2 cipolla
1 carota piccola
sedano
salvia
rosmarino
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco
olio d’oliva
 
Preparazione:
Tritare cipolla, sedano, carota e aglio e far rosolare assieme all’olio in una padella.
Unire il trito di salvia e rosmarino e mescolare facendo sprigionare tutti gli odori.
Tagliare la carne a cubetti e unirla al soffritto, amalgamare per bene poi sfumare col vino, far evaporare
e unire il concentrato di pomodoro diluito in un bicchiere di acqua.
Lasciar cuocere per 20 minuti circa a fuoco basso.
Lessare le margherite in acqua salata, scolarle al dente e mantecarle col sugo.

Precedente Risotto con merluzzo piccante Successivo Linguine alle erbe con carote e pancetta