Pasta con i tenerumi

Come non postare la ricetta della famosa, e tanto amata dai palermitani, Pasta con i tenerumi, l’immancabile spaghetto tagliato, il pomodoro a picchi pacchi e la perenne disputa tra chi la vuole più brodosa e chi più asciutta. Io scelgo una via di mezzo, una minestrina piuttosto asciutta che mio marito mangia con la forchetta….

Ma cosa sono i tenerumi? Un po’ difficile spiegarlo a chi non è siciliano visto che si tratta dei germogli e delle foglie più tenere di una varietà di zucchina che viene prodotta prevalentemente in Sicilia, la zucchina lunga o zucchina serpente. Un piatto che si consuma esclusivamente in estate, salvo se ne avete molta e riuscite a congelarla già lessata.

 

Pasta con i tenerumi

Ingredienti:

350 g di spaghetti spezzati
300 g di pomodori maturi
2 mazzi di tenerumi
1 spicchio d’aglio
sale e pepe
olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Rosolare l’aglio a fettine in poco olio d’oliva, unire i pomodori pelati privati dei semi e tagliati a pezzetti, salate e cuocere per circa 20 minuti. Regolare l’acidità del pomodoro mettendo un po’ di zucchero. Questo è il conosciutissimo picchi pacchi. Nel frattempo lavare molto bene i tenerumi, tagliarli finemente e lessarli immergendoli in acqua bollente salata.
Quando la verdura è cotta unire la pasta e cuocerla al dente. A cottura ultimata, spegnere il fuoco, unire il pomodoro, olio d’oliva a crudo e pepe a piacere.

 

 

Precedente Melanzane ripiene al tonno Successivo Frittata Fantasia