Ricette Pugliesi: Pittule Pugliesi della Vigilia

pittule Lella 2

INGREDIENTI:

1kg Farina doppio zero
1 cubetto Lievito di birra
q.b. Sale
600 ml Acqua tiepida
Q.b. Condimenti vari

Preparare un kg di farina in una ciotola.
Scogliere in 600 ml d’acqua un cubetto di lievito di birra.
Nella farina messa nella ciotola fare un buco al centro, e in un angolo della ciotola mettere un cucchiaino di sale.
Versare l’acqua col lievito nel buco della farina, evitando che venga a diretto contatto col sale perché gli effetti del lievito non vengano compromessi.
Ora impastare il tutto, compreso il sale ovviamente.
L’impasto che ne viene fuori sarà molto morbido quindi nella lavorazione ci aiuteremo con una spatola.
Le nonne riuscivano a fare tutto con le mani, magari con un po’ di esperienza ci riuscirete pure voi.
Dopo circa un quarto d’ora di lavorazione coprire con un panno e lasciare lievitare per circa due ore in posto caldo.
Quando l’impasto ha più o meno raddoppiato il suo volume prenderne un poco alla volta, ad esempio aiutandoci con un cucchiaino all’inizio ( poi ce la farete con le mani anche voi, prendendone un pochino con le punta delle dita, quasi a pizzicare l’impasto) e lo butteremo nell’olio bollente e lasceremo cucinare per 2 o 3 minuti.
Le nostre Pittule potremo anche farle ripiene, possiamo mischiare all’impasto, magari dividendolo in diverse ciotole così da avere più tipi di pittule:
olive nere, capperi e pomodori ( magari condendoli prima con olio e sale ),
alici diliscate,
baccalà lessato e senza spine,
cavolfiore lessato,
zucchine,
rape.
nome lella che si scrive da solo

 1,292 total views,  2 views today

Precedente Primi Piatti: FUSILLI AI CARCIOFI Successivo Dolci: Torta di riso e mandorle

Lascia un commento