Pizze, Focacce e Bruschette: Panini per i giorni di Festa

panini

Con questa dose si ottengono 16 panini da cuocere in 2 teglie.

Biga:
10 gr di Pasta Madre (solida o liquida o semisolida),
100 gr di farina forte,
40 gr di acqua.
Impastate e lasciate riposare per una notte coperta a temperatura ambiente meglio sui 18°C circa.
Se si vuole utilizzare il lievito di birra metterne un grammo di fresco o 1/3 di grammo (pochissimo) di quello secco. Poi ne integrerete 3 gr di lievito di birra fresco oppure 1 di lievito di birra secco nell’impasto definitivo per rinforzare.

Ingredienti:
150 gr di Biga (come sopra),
500 gr di farina di grano tenero tipo 0,
260 gr di acqua,
20 gr di olio,
10 gr di sale fine e
10-20 gr semi a piacere (sesamo, papavero, girasole, lino…).

Procedimento:
Tagliuzzate la Biga in una ciotola con l’acqua, aggiungete gradualmente la farina, mescolando con un cucchiaio o una spatola incorporate tutto. Poi passare ad impastare a mano.
Quando sarà ben omogeneo l’impasto aggiungere il sale e a seguire l’olio.
Impastate bene fin che l’impasto apparirà liscio, omogeneo e ben incordato.

Date un giro di pieghe e mettete a riposare in un contenitore coperto fino al raddoppio di volume.

Ribaltate sul piano di lavoro, abbassate lo spessore utilizzando un mattarello, fino a circa 1 cm o poco meno.

Con un bicchiere o un copapasta, di diametro di 9 cm , ritagliare 16 dischi.
Io l’ho fatto in 2 volte , prima 8 e poi altri 8.
Se si vogliono fare con i semini bagnare prima i dischi d’impasto con dell’acqua, appoggiarli su uno strato di semini (che mettete su un piattino), premete leggermente per farli aderire bene.

Con una spatola con la lama di 6 cm incidere fino in fondo 3 tagli incrociati al centro.
Prendere ad una ad una le 6 punte che si sono formate e tirarle verso l’esterno a formare la stella.
Potete anche ripiegarle leggermente sopra l’impasto, senza estrarle totalmente, per avere un effetto decorativo differente.
Potete anche lasciarli lisci senza semi se preferite.

Mettete i panini così ottenuti sulla piastra da forno rivestita con carta da cottura, ce ne stanno 8 per ogni teglia, potete utilizzare 2 teglie e cuocere contemporaneamente o fare 2 cotture sfruttando la stessa teglia.
Coprite con della pellicola trasparente e fate lievitare a (a 26-27°C).
Ora attendete che raggiungano il raddoppio di volume o poco più per cuocere.

Cottura:
Riscaldare il forno a 160-170 C, prima d’infornare spruzzateli con un po’ di acqua od olio e cuocete a forno statico per circa 15-20 minuti. Dovranno essere leggermente dorati.
Sfornate e fate raffreddare su una gratella.

nome lella che si scrive da solo

915 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Dolci al cucchiaio: Bavarese ai mandarini Successivo Antipasti: Friselle ai pomodorini

Lascia un commento