Diete: La dieta a punti Weight Watchers

Via il vecchio e dentro di nuovo? Nel 2010, la Weight Watchers manda in pensione il vecchio sistema di punti ed avvia un programma totalmente nuovo, chiamato Punti Plus, alla luce delle nuove tendenze e delle nuove scoperte scientifiche. Il programma è un rifacimento completo della famosa dieta a punti nata nel 1963 e di gran moda in tutti gli anni ’80 e ’90. La nuova dieta non è un ibrido, ma un approccio completamente nuovo.

Chi l’ha inventata

Jean Nidetch (classe 1923, Brooklyn, New York) è la fondatrice dell’organizzazione Weight Watchers. Casalinga sovrappeso con una manifesta ossessione per i biscotti, la Nidetch aveva sperimentato le numerose diete di moda al tempo e nel 1961, a seguito di una terapia, aveva seguito una dieta prescritta da una clinica sponsorizzata dalla New York City Board of Health.
Dopo aver perso 9 kg e notando che la dieta migliorava anche la sua situazione di salute generale, prese contatto con alcuni amici in sovrappeso e fondò un gruppo di sostegno che comprendeva lezioni settimanali e nel 1963 venne incorporato nell’organizzazione Weight
Watchers. Nel 1978, la Weight Watchers fu venduta alla HJ Heinz Company e la Sig.ra Nidetch, che ha conservato un posto di consulente per l’organizzazione, ha istituito alcuni programmi di
borse di studio presso la University of California a Los Angeles e l’Università del Nevada.
Attualmente vive in Florida.

Come funziona la dieta

Con il vecchio sistema è possibile utilizzare i punti nel modo in cui è più gradito, ma ora sappiamo che se si usano i punti per cibi ricchi di proteine e fibre si avverte sensazione di pienezza, si tiene a bada la fame, e si perde peso in modo più sano e nutriente. Le calorie sono ancora importanti nella nuova tipologia di questa dieta, in quanto per realizzare perdita di peso è necessario creare un deficit calorico, cioè bruciare più calorie di quelle che si introducono nell’organismo. Ma c’è molto di più per avere successo in una dieta, per esempio fanno una grande differenza le fonti dalle quali queste calorie provengono. Anche quando le calorie sono le stesse, gli alimenti proteici e ricchi di fibre ottengono un minor numero di punti Plus, cosa che induce le persone a mangiarne di più per riempire i punti assegnati. Agli alimenti che hanno più
grassi e carboidrati semplici sono assegnati più punti. Una nuova caratteristica: è possibile assumere quantità illimitate di frutta fresca e verdure non amidacee. La maggior parte degli adulti infatti non mangia abbastanza frutta e verdura, quindi si è adottata la strategia di consentire di assumere liberamente questi alimenti super-nutrienti che sono tra i più bassi nella quota calorie per incoraggiare un maggior consumo. Il cuore del vecchio programma Weight Watchers rimane comunque invariato, in quanto il fondamento del modello consta di una sana e progressiva perdita di peso, di esercizio fisico e di modificazione del comportamento alimentare.

La dieta Weight Watchers : cosa si può mangiare

I punti di forza sono che tutti gli alimenti sono consentiti all’interno del riparto di calorie. Con tale dieta si incoraggiano le persone a consumare una grande varietà di cibi sani, divisi tra tre pasti e spuntini, all’interno di un livello calorico individuale. Frutta e verdura sono particolarmente indicati per dare senso di sazietà e sono alimenti nutrienti che dovrebbero
essere alla base di ogni dieta per perdere peso. Si può controllare il valore dei cibi a livello di punti utilizzando una guida tascabile che elenca 500-700 cibi più popolari, un database online di 40.000 alimenti, con un’applicazione per il telefono cellulare, oppure acquistare una calcolatrice di Punti Plus.

La dieta si basa sulla formula brevettata Weight Watchers che calcola gli attributi positivi e negativi del cibo e considera quanto segue:
Quanto lo sforzo compie il corpo sul processo di metabolizzazione delle proteine e
delle fibre rispetto a quello dei carboidrati e dei grassi
 quali sono gli alimenti che danno sensazione di riempimento
 quali sono i cibi sani
 contenuto di zucchero, grassi saturi, grassi totali, sodio e fibre nei vari alimenti

La scelta di alimenti che sono ricchi di sostanze nutritive più soddisfacenti, ma che hanno bassa quantità di calorie è l’obiettivo primario nella perdita di peso.
Per iniziare, compilare un modulo con i dati personali di età, sesso, altezza, peso attuale e calcolare il riparto giornaliero dei Punti Plus assegnati, insieme a un conteggio settimanale.
La dieta minima sarà di almeno 1200 calorie al giorno. La distribuzione di tali calorie tra carboidrati, proteine e grassi si trova all’interno di intervalli accettabili.

Calcolo dei Punti.

Il nuovo programma contiene un sistema completamente diverso di conteggio con valori modificati semplice da seguire. Per esempio, se il vecchio sistema di punti assegnava 22 punti più 35 di indennità settimanale, la nuova versione assegnerebbe al giorno 30 punti e 49 punti come indennità settimanale. C’è una maggiore flessibilità del piano, cosa che rende più semplice adottarlo a lungo termine e con un maggiore incoraggiamento a mangiare più frutta e verdura fresca. In questo caso dunque la Weight Watchers ha migliorato il suo piano con una provata formula scientifica per un miglior approccio alla perdita di peso. I Punti Plus sono un sistema di guida che dovrebbero aiutare a fare scelte migliori per la distribuzione delle calorie e a sfruttare gli alimenti che contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà e di soddisfazione.

Punti Weight Watchers per la perdita di peso.

La lista dei punti è una semplice formula vagamente basata su informazioni di pubblico dominio.
Tramite questa formula è possibile creare la propria personale lista dei punti.
 Weight Watchers è un sistema di perdita di peso sulla base di una formula:
Calorie/50 – (fibre x 0.2) + (grassi x 0,08)
Quindi un totale di 500 calorie con 10 g di fibre e 5 g di grassi appare così:
500/50 – (10 x 0,2) + (5 x 0,08)
Semplificato:
10-2 + 0,4 = 8,4 punti.
 Fate una lista dei vostri cibi preferiti. Potete creare il vostro programma per la perdita
di peso in questo modo: prendete un pezzo di carta, o aiutatevi usando un foglio elettronico excel ed elencate tutti i vostri cibi preferiti in una colonna.
 Elaborate ogni cibo con la formula e calcolate i punti. Annotare i punti nella colonna accanto a ciascun cibo.
 Non è necessario acquistare costosi programmi per perdere peso. Potete utilizzare del materiale semplice come per esempio cartoncini ed una cartella poco costosa per monitorare i punti, non importa dove vi troviate.

Come verificare il punteggio tramite la taglia del corpo

68 kg: da 18 a 23 punti
da 68 a 78 kg: da 20 a 25 punti
da 79 a 90 kg: da 22 a 27 punti
da 91 a 101 kg: da 24 a 29 punti
da 102 a 112 kg: da 26 a 31 punti
da 113 a 124 kg: da 28 a 33 punti
da 125 a 135 kg : da 29 a 34 punti
da 136 a 146 kg: da 30 a 35 punti
da 147 a 158 kg: da 31 a 36 punti
oltre 159 kg: da 32 a 37 punti

Esempi di menù della dieta Weight Watchers

Esempio di menù numero 1:

Totale punti = 23

Prima colazione: 6 punti
 1 tazza di farina d’avena cotta con 2 cucchiai di mirtilli secchi e 1 cucchiaio di miele
 1 tazza di latte scremato

Pranzo: 6 punti
 1 tazza di zuppa di pomodoro a basso contenuto di sodio
 1 hamburger vegetariano senza grassi su un piccolo rotolo di cereali integrali e 1 cucchiaio di senape e 2 fette di pomodoro
 1 tazza di melone a cubetti

Cena: 6 punti
 Petto di pollo al forno con carciofi
 ¼ di tazza di peperone a dadini e ¼ di tazza di cipolla a cubetti saltata con 1 cucchiaino di olio d’oliva a fuoco medio per circa 2 minuti. Aggiungere 50 gr di pollo tritato, ½ tazza di cuori di carciofo scolati, e spezie a piacere. Cuocere fino a quando è completamente caldo.
 1 tazza di pasta condita con salsa di pomodoro

Spuntino: 5 punti
 12 tortilla chips al forno con ¼ di tazza di salsa
 1 arancia

Esempio di menù numero 2: Totale punti = 24

Colazione: 5 punti
 300 gr di yogurt senza grassi (gusto a scelta)
 1 tazza di fragole a fette
 1 / 2 banana affettata
 ¼ di tazza di muesli a basso contenuto di grassi

Pranzo: 7 punti
 Una tortilla di farina con 1 cucchiaio di senape e 50 gr di petto di tacchino a fette, ½ tazza di lattuga tritata, e 2 cucchiai di formaggio grattugiato a basso contenuto di grassi.
 Una tazza di verdura tritata a scelta
 1 tazza di succo d’arancia

Cena: 8 punti
 250 gr di passera di mare o altro filetto di pesce bianco, al forno e condito con mezzo bicchiere di pomodoro tritato
 2 tazze di broccoli al vapore
 1 grossa patata al forno dolce con 1 cucchiaino. Margarina a ridotto contenuto calorico o panna acida

Spuntino: 4 punti
 Semifreddo: alternare strati con ½ di ogni gelato alla vaniglia e fragole fresche a fette o frutti a bacca. Versare sopra 2 cucchiai di sciroppo di cioccolato a ridotto contenuto calorico.

Vantaggi e svantaggi della dieta

I punti a favore della dieta Weight Watchers sono:
 è una dieta dimagrante conosciuta e diffusa da più di quarant’anni
 non ci sono farmaci potenzialmente dannosi
 gli utenti possono scegliere di consumare i cibi che gradiscono maggiormente.
Mentre invece tra gli svantaggi troviamo che:
 La dieta Weight Watchers richiede un cambiamento di stile di vita più drastico rispetto a
molte altre diete alimentari disponibili, cosa che può dissuadere alcuni dietisti dal consigliarla.
 Non ci sono pillole per bruciare i grassi o soppressori dell’appetito in questo piano.
 Non c’è una garanzia di rimborso offerta con questo programma per la perdita di peso.
 Weight Watchers limita la quantità di cibo che è consentito consumare ogni giorno, e potrebbe non essere adatta a tutti.

Conclusioni
Senza dubbio, Weight Watchers è uno di quei programmi di riduzione del peso usato da molto tempo, e questo può essere un fattore di incoraggiamento per chi si dovesse trovare a scegliere un piano dieta. Inoltre, non ci sono integratori e pillole da assumere nel programma Weight Watchers. Tuttavia, chi segue il programma deve pagare una quota iniziale e poi versare una quota di adesione mensile.

Logo Design by FlamingText.com

1,997 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Ricette da Expo 2015: Muffin alla frutta Successivo Primi Piatti: Penne con panna e prosciutto cotto

Lascia un commento