Diete: La dieta Dukan

La dieta Dukan è una dieta molto popolare e nota in Francia: si tratta di una dieta a base di proteine ideata dal nutrizionista e dietista francese Pierre Dukan. Anche se il nutrizionista Pierre
Dukan promuove la sua dieta da oltre 30 anni, la sua popolarità è cresciuta dal 2000: il libro “La dieta Dukan” è un best seller in Francia e ha venduto più di 10 milioni di copie a livello
mondiale, è stato tradotto in 14 lingue e pubblicato in 32 paesi.

Chi l’ha inventata?
Il dietista Pierre Dukan nel 1975 era un medico di medicina generale a Parigi, quando per la prima volta si trovò di fronte ad un caso di obesità. A quel tempo, le condizioni di sovrappeso o
di obesità venivano trattate con diete a basso contenuto calorico e pasti di piccole dimensioni.
Pensato ad un modo alternativo per impedire ai pazienti di riacquistare il peso perso, Dukan ha così ideato un nuovo approccio in quattro fasi, tra cui la stabilizzazione ed il consolidamento.
Dopo 20 anni di ricerca Pierre Dukan pubblica le sue scoperte nel 2000 nel suo libro “Je ne sais pas maigrir” (“Non so come dimagrire”).
La dieta è diventata un best seller dopo che Carole Middleton ha introdotto la figlia Kate (ora Duchessa di Cambridge) alla dieta prima del suo matrimonio con il principe William. La duchessa
Kate con la dieta ha perso due taglie.

– Come funziona
La dieta si basa su un elenco di oltre 100 cibi consentiti, oltre a quattro specifici pilastri conosciuti anche come fasi: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione.
La fase di attacco è ideata per perdere rapidamente 2-3 chilogrammi in 2-7 giorni in base al metabolismo. Alle persone è permesso di mangiare quanto vogliono ed hanno a disposizione ben
72 alimenti ricchi di proteine.
La fase di crociera è ideata per consentire di arrivare più gradualmente al peso che si punta a raggiungere, mangiando cibi ricchi di proteine più 28 verdure specifiche. L’obiettivo di questa
fase è di solito calcolato nella perdita di peso di un chilo a settimana, ma si basa su specifiche condizioni personali. Gli alimenti tollerati sono anche permessi come da programma, ma ogni
aumento di peso vieterà alcuni di questi.
La fase di consolidamento è ideata per aiutare a prevenire ogni futuro eccessivo aumento di peso. Durante questa fase, gli alimenti come frutta, pane, formaggio e farinacei vengono
reintrodotti, in due pasti alla settimana come indicato dal piano.
Infine, nella fase di stabilizzazione, essenzialmente si può mangiare ciò che si vuole senza
aumentare di peso, seguendo alcune regole:
 Assumere proteine un giorno alla settimana,
 Mangiare crusca di avena ogni giorno
 Assumersi l’impegno fisico di fare un po’ di attività fisica.
Secondo Dukan, occorre mantenere quest’ultima fase per il resto della vita per evitare di riprendere peso.

– La Dieta Dukan: cosa si può mangiare
La fase 1 della dieta Dukan è la fase di “attacco” ed è abbastanza semplice in quanto si mangia tutto quello che si vuole a base di proteine magre, insieme con un cucchiaio e mezzo di crusca
d’avena ed un litro e mezzo di acqua al giorno. Tutto qui. Si può scegliere tra 72 carni magre ed a basso contenuto di grassi (esclusi maiale e agnello), pesce, pollame, uova, soia e latticini
senza grassi.
La fase 2 della dieta Dukan è denominata fase di “crociera” e permette di consumare una quantità illimitata di 28 verdure non amidacee ogni giorno insieme a una dieta a base di proteine
magre o a basso contenuto di grassi e 2 cucchiai di crusca d’avena. Carote, piselli, mais e patate non sono in questa lista di verdure, ma appaiono nella fase successiva.
La fase 3 della dieta Dukan detta di “consolidamento”, permette di consumare proteine illimitate (tra cui carne di maiale e agnello) e verdura ogni giorno, insieme ad una porzione di frutta a basso contenuto di zucchero, 2 fette di pane integrale e 1 porzione di formaggio a pasta dura. Si possono anche assumere 1-2 porzioni di alimenti ricchi di amido e 1-2 pasti di “celebrazione” (in cui si può mangiare quello che si vuole). In questa fase, potete assumere
l’impegno costante di adottare una dieta base di proteine per un giorno alla settimana, preferibilmente il giorno stesso.
Infine la fase 4 della dieta Dukan si dice di “stabilizzazione” è la fase di manutenzione del piano. L’autore asserisce che si può mangiare quello che si vuole senza riacquistare peso se si
seguono le seguenti regole:, si deve seguire la stessa dieta ricca di proteine come nella fase 1 un giorno alla settimana; mangiare 3 cucchiai di crusca di avena al giorno, camminare per 20 minuti
al giorno e mai prendere ascensori o scale mobili.
Gomme senza zucchero, dolcificanti artificiali, aceto e spezie sono ammessi nella dieta Dukan, ed è incoraggiata l’assunzione di assumere prodotti multivitaminici con minerali. In teoria è così
che il piano funziona:
– La fase 1 favorisce la rapida perdita di peso con una dieta di sole proteine. Rimanete su questa fase da 1-10 giorni, e aspettatevi di perdere circa 7 chili in 5 giorni.
– Durante la fase 2, che potrebbe durare per mesi, a seconda di quanto peso si deve perdere, il corpo recupera e si adatta alla perdita di peso. Dukan consiglia di rimanere in questa fase fino
a raggiungere l’obiettivo di peso prefissato con l’aspettativa di perdere 2 chili a settimana.
– La fase 3 è il periodo di fondamentale importanza tra perdita di peso e diciamo di manutenzione, quando il piano si alleggerisce un po’, ma senza perdita di peso. Questo è un momento in cui il vostro corpo è vulnerabile a recuperare chili, ma se rimanete in questa fase cinque giorni per ogni chilo che avete perso, eviterete di riacquistarli.
– La fase 4, la parte di manutenzione del piano, è pensata per essere permanente. Potete mantenere il peso se seguite i requisiti di consumare solo proteine per un giorno alla settimana, ed inoltre si consiglia di assumere crusca di avena e fare regolare esercizio fisico.

– Dieta Dukan: la lista dei cento alimenti sicuri
Quella presentata di seguito è la lista degli alimenti sicuri per la dieta, si può mangiare qualsiasi cosa presente in questa lista, per quanto si desidera, basta ricordarsi di alternare le giornate di proteine pure con i giorni di proteine e verdura.

Carni ad alto tenore proteico:
– Carni e frattaglie
– Bistecca di manzo
– Filetto di manzo
– Lombata
– Roast beef
– Bistecca di girello
– Lingua
– Bresaola
– Manzo essiccato
– Scaloppine di vitello
– Braciola di vitello
– Fegato di vitello
– Fette precotte di prosciutto (senza grasso o cotenna)
– Pollo e fette di tacchino (senza grassi o cotenna)
– Pancetta magra
– Selvaggina (cervo, fagiano, pernice, lepre, gallo cedrone, coniglio)
Pesce:
– Merluzzo
– Granchio
– Sogliola
– Bottarga
– Nasello
– Ippoglosso
– Aringa
– Sgombro
– Coda di rospo
– Passera di mare
– Merluzzo giallo
– La trota iridea o la trota salmonata
– Triglie
– Salmone
– Salmone affumicato
– Sardine
– Orata
– Pesce spada
– Tonno
– Rombo
– Merlano
– Uova di pesce (merluzzo, salmone, aringhe,)
– Calamari
– Totani
– Molluschi
– Vongole
– Aragoste
– Gamberi
– Aragosta
– Cozze
– Ostriche
– Pettini
– Gamberetti
Pollame
– Pollo
– Fegato di pollo
– Faraona
– Struzzo
– Piccione
– Quaglia
– Uova
– Uova di gallina
– Uova di quaglia

Prodotti caseari
– Ricotta magra
– Formaggio fresco senza grassi
– Yogurt greco
– Yogurt magro (semplice o aromatizzato con aspartame)
– Latte scremato
Proteine vegetali
– Tofu
Verdure
– Carciofo
– Asparagi
– Melanzana
– Barbabietola rossa
– Broccoli
– Cavolo
– Carota
– Sedano
– Rapa
– Cicoria
– Zucchine
– Cetriolo
– Finocchio
– Fagiolini
– Porro
– Funghi
– Cipolla
– Cuori di palma
– Peperoni
– Zucca
– Ravanello
– Rabarbaro
– Foglie di insalata di tutti i tipi di lattuga / rucola / crescione / medica / indivia riccia /
acetosa
– Semi di soia
– Spinaci
– Bieta
– Pomodori

…..continua

Logo Design by FlamingText.com

Logo Design by FlamingText.com

1,028 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Salse: Medaglioni di salmone con salsa “guacatziki” Successivo Ricette dai Blog Amici: Nutella- Mousse con Nutella

Lascia un commento