Conserve: Tonno sott’olio

tonno

Siamo perlopiù abituati ad acquistare il tonno sott’olio, una conserva che raramente manca nella dispensa casalinga. Noi di Non sprecare, come sapete, consigliamo una dieta varia e sana che predilige prodotti di stagione, frutta, verdura, pesce e carni bianche. Spesso vi consigliamo anche ricette vegetariane o vegane che potete trovare nelle sezioni del sito dedicate. Nell’ambito di una dieta equilibrata il pesce, dicevamo, non deve mancare. E per questo oggi vi consigliamo una ricetta molto semplice da realizzare che vi permetterà di preparare una versione casalinga del tonno sott’olio. I vantaggi sono molteplici: la genuinità del piatto, il risparmio rispetto all’acquisto del prodotto confezionato, la possibilità di scegliere il pesce dal pescivendolo di fiducia.

Ingredienti:
1 Kg di tonno fresco in tranci
100 g di sale grossoiodato
1 l di acqua
olio extravergine d’oliva
foglie di alloro essiccato
bacche di ginepro (facoltative)
peperoncino (facoltativo)

Divertitevi a preparare in famiglia questa buona conserva da utilizzare poi per la preparazione di tante ricette sfiziose, come primi piatti e piatti unici.

Preparazione:
La prima operazione da compiere è quella di lavare i tranci di tonno (se necessario tagliateli in modo che siano tutti della stessa misura) con acqua il più possibile fredda fino a che la carne non diventa bianca
Preparate i vasi di vetro che conterranno la vostra conserva sterilizzandoli
Mettete in una pentola l’acqua con il sale e l’alloro e portate ad ebollizione
Inserite delicatamente il tonno nell’acqua e lasciatelo cuocere, a fuoco dolce, per circa 40 minuti (un’ora al massimo, se i tranci sono piuttosto grossi)
Una volta cotto, sgocciolate il tonno e poi asciugatelo per bene con un panno pulitissimo e caldo (potete scaldarlo al microonde)
Vi consigliamo inoltre di coprire successivamente i tranci con uno strofinaccio pulito di cotone per circa 24 ore, così tutto il liquido rimanente verrà completamente assorbito
È molto importante che il tonno risulti asciutto: eviterete così contaminazioni da parte di batteri o che si formino delle muffe
A questo punto ponete i tranci nei barattoli di vetro sterilizzati e coprite con olio extravergine di oliva
Il tonno deve risultare ricoperto da almeno 1 cm d’olio
Per profumare la vostra conserva potete inserire nei barattoli qualche bacca di ginepro
Se invece amate i sapori piccanti aggiungete un peperoncino fresco o secco in ognuno dei barattoli.

firma Lella

460 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente Salse: Maionese vegan con Curcuma Successivo Ricette con il Couscous: Cous cous al pesto

Lascia un commento