I cecamariti salentini sono dei deliziosi  finger food, molto stuzzicanti, che si differenziano dalle più ben note pittule poiché l’impasto non viene fatto lievitare, dunque più veloci e semplici da preparare. Mi sono sempre chiesta quale sia l’origine di questo bizzarro nome, e non conoscendola, l’unica spiegazione che mi sono data è quella che essendo cosi’ veloci da preparare, le nostre nonne salentine, confondevano i mariti facendogli credere di essere state tutta la mattinata a sfacchinare in cucina, mentre magari l’avevano trascorsa a spettegolare con la vicina…non saprei se la mia ipotesi sia giusta, ma potrebbe essere…chissà 🙂  Quello che è certo è che con i cecamariti li prendevano sicuramente per la gola e magari accompagnati da un bel bicchiere di vino… ancora meglio  🙂

CECAMARITI
Clicca sull’immagine per ingrandirla

Cecamariti

INGREDIENTI:

  • 200 g di farina 00
  • 2 uova
  • 10 olive verdi
  • 10 olive nere
  • qualche pomodorino rosso oppure un cucchiaio di polpa pronta
  • 1 cucchiaio di capperi sott’aceto
  • acqua qb.
  • 1 zucchina piccola (facoltativa)
  • un pezzetto di cipolla  (io erba cipollina)
  • una presa di sale
  • 2 pizzichi di origano
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo per pizze e torte salate (facoltativo)
  • olio d’oliva per friggere (in alternativa olio di semi d’arachide)

 


PREPARAZIONE:

  1. Tritate finemente le olive snocciolate, la cipolla e la zucchina se la usate (io non la uso in questa preparazione).
  2. In una terrina sbattete le uova con la frusta,unitevi una presa di sale,la farina e, continuando a mescolate, acqua, a temperatura ambiente, quanto basta per ottenere una pastella di consistenza non molto liquida.Una mia personale aggiunta è unire un cucchiaino  di lievito per pizze e torte salate,ma va benissimo anche un lievito per dolci non vaniglinato.
  3. Aggiungete le olive (potrete usarle anche tutte nere o verdi come più vi piace) la zucchina,la cipolla,(io l’ho sostituita con dei fili di erba cipollina tagliuzzati finemente) una spruzzata di origano secco,una cucchiaiata di capperi e qualche cubetto di pomodoro, tritato anche questo.
  4. Mettete abbondante olio a scaldate e friggete i cecamariti prendendo una cucchiaiata di pastella per volta, fate dorare a fuoco non troppo forte da tutti i lati, scolateli appoggiandoli su carta assorbente da cucina e serviteli caldissimi…se avete qualcosa da farvi perdonare dai vostri mariti credo che questo sia il modo migliore 🙂 Un ultima cosa …un bel Rosato del Salento ci sta benissimo per accompagnarli!

    Cecamariti
    Clicca sull’immagine per ingrandirla

Grazie per essere passati dal mio blog…se vi è piaciuta questa ricetta e volete restare aggiornati con le prossime, potrete seguirmi sui miei canali social…vi aspetto 🙂

Clicca sulle icone e seguimi sui social


   

2 Commenti su Cecamariti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.