Shuba

La shuba, l’insalata russa più amata in Russia, si fa con le aringhe salate, squisito antipasto, ricco di verdure condite da maionese. Sicuramente da provare.

Shuba

 

La shuba è un’insalata russa famosissima e molto amata in Russia, fatta con le rape rosse e l’aringa salata che qui in Italia non si trova, quindi io al suo posto ho adoperato il tonno sott’olio e 4 filetti di aringa affumicata. L’ho preparata per il cenone di Natale ed ha avuto molto successo non solo per la bontà ma anche perché è stata una novità.

In Italia amiamo molto l’insalata russa ma questa shuba è del tutto sconosciuta. Shuba in russo significa pelliccia, in quest’insalata sta a significare le aringhe avvolte da questa pelliccia rossa di rape. Io senz’altro vi consiglio di provarla: come antipasto o in un buffet la bella figura è assicurata.

Shuba

Shuba

2 patate grosse

4 rape rosse

Un barattolo di maionese

2 carote grosse

1 cipolla

2 uova

1 aringa salata oppure in mancanza

2 scatolette di tonno da 160g e 4 filetti di aringa affumicata.

Lessiamo tutte le verdure tranne la  cipolla, se adoperte le rape rosse già lessate del supermercato ovviamente non  c’è bisogno di lessarle. Prepariamo le uova sode. Una volta cotte le verdure, lasciatele raffreddare poi grattugiatele alla julienne,  grattugiate anche la cipolla.

Shuba

Prendete poi un piatto largo e mettetevi al centro la cerniera della teglia per dolci, e là dentro cominciamo a porre gli strati della nostra shuba spalmando tra uno strato e l’altro  poca maionese e poco sale. Iniziamo con uno strato di patate, poi di cipolla, poi di carote, poi di tonno+aringhe e poi di rape rosse, poi ricominciamo da capo.

L’ultimo strato sarà di rape rosse, spalmiamolo di maionese e poi decoriamo con le 2 uova sode tagliate a fettine, oppure potete sbriciolarvi le uova sode sopra, Adesso copriamo con carta d’alluminio e poniamo in frigo per una notte. Il giorno dopo prima di servire togliamo la cerniera che sarà servita per tenere in forma la shuba.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Plum cake alla mandorla Successivo Brioche rustica di patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.