Pizza alla scarola

La pizza alla scarola è una famosa ricetta napoletana, come tutte le ricette napoletane è ricca di ingredienti tutti molto saporiti, i napoletani sono bravissimi ad inventare ghiottonerie e questa pizza lo è.

Pizza alla scarola

La scarola è una varietà di insalata, a Napoli scarola significa pizza alla scarola, in tutto il resto d’Italia, semplice insalata.

Pizza alla scarola

Per la pizza alla scarola occorrono almeno due cespi di insalata perché cotta in padella si riduce moltissimo quindi non meravigliatevi se ne trovate due tra gli ingredienti.

Per la pasta si usa l’impasto della pizza ma si può usare anche la pasta brisée, oppure una pasta fatta con burro sciolto, latte e farina. Ognuno usa quello che gli gusta di più.

Pizza alla scarola

Pizza alla scarola

Ripieno:

2 cespi di scarola

1 cucchiaio di capperi

2 pugni di uvetta sultanina

1 pugno di pinoli

1 spicchio d’aglio

Olio d’oliva e sale q.b.

3 cucchiai di olive di Gaeta denocciolate

6 filetti di alici sott’olio

Per la pasta

500 gr di farina

12 gr di lievito di birra (3 gr se quello secco)

270 ml d’acqua

1 cucchiaio d’olio d’oliva

8 gr di sale

Per preparare la pizza alla scarola, lavate i due cespi di scarola e scolateli.

In un’ampia padella soffriggere l’aglio nell’olio d’oliva, mettete le foglie di scarola, aggiungete i capperi (attenzione che se sono sotto sale non dovete aggiungere altro sale al ripieno) le olive, i filetti di acciuga spezzettati, l’uvetta ed i pinoli.

Lasciate cuocere 20 minuti, i liquidi si devono riassorbire.

Preparate la pasta: sciogliere il lievito di birra in poca acqua tiepida presa dal totale e aggiungete 1 cucchiaino di zucchero.

Impastate la farina col lievito, l’acqua e l’olio d’oliva, quando è impastato aggiungete il sale e impastate di nuovo.

Fate lievitare coperto con film di plastica in luogo tiepido, fino al raddoppio.

Terminata la lievitazione portate il forno a temperatura di 180°,  impastate per sgonfiare la pasta poi dividetela a metà, la prima allargatela con le dita in una teglia tonda di circa 25 cm di diametro, rialzate un piccolo bordino.

Distribuitevi sopra il ripieno, col secondo panetto fate un disco che ricopra la pizza, ripiegate il bordino tutto intorno e bucherellate qua e là con una forchetta per far uscire il vapore in cottura.

Infornate a forno già caldo e cuocete fino a che diventa leggermente bruna.

Lasciatela freddare completamente prima di mangiarla.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Ratatouille Successivo Pollo malese al curry

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.