Gallina in brodo ripiena con riso pilaf

gallina ripiena

Un piatto leggero ma nutriente, la gallina ripiena è un classico della tradizione casalinga, ottima accompagnata dal riso pilaf o da sottaceti.

L’ho cucinata ieri sera in pentola a pressione, questa gallina in brodo ripiena con riso pilaf è una ricetta molto semplice e squisita, ma forse la sua bontà è data proprio dalla sua semplicità. L’ho servita accompagnata da un pilaf di riso basmati. In più vi ritroverete una pentola di buon brodo di gallina da usare per le  minestre o per i cappelletti in brodo. Il ripieno, a fine cottura, risulterà un polpettone squisito che affetterete e mangerete insieme a gallina e riso. Insomma un piatto molto utile perché da esso otterrete 4 pietanze: la gallina lessa, il polpettone, il riso ed il brodo. Cosa occorre di più per una buona cenetta?
gallina ripiena

Gallina in brodo ripiena con riso pilaf

1 gallina
Per il ripieno:
Mollica di pane bagnata nel latte poi strizzata
1/2 spicchio d’aglio
200 gr Carne di manzo o altra carne, macinata

1 pizzico di cipolla tritata

Pancetta di maiale macinata (facoltativo)

Sale

Pepe
Noce moscata
1 Uovo
Per il brodo:
Verdure per il brodo: carota, sedano, cipolla
Sale
Per il riso pilaf:
Olio d’oliva
Riso basmati q.b. per il numero di commensali
Il doppio in brodo di gallina della quantità di riso basmati.


Per preparare la gallina in brodo ripiena con riso pilaf, prepariamo il ripieno: amalgamiamo bene la mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, l’uovo, la carne macinata, la pancetta, sale, pepe, l’aglio tritato, la cipolla e una grattata di noce moscata.
(la mia era una gallina di supermercato senza le interiora, ma se ci
sono si possono aggiungere alla farcia i fegatini tritati, se piacciono)
Farciamo la gallina senza spaccarla in due: all’inizio la farcia sembrerà troppa ma man mano che riempite la gallina sbattetela verticalmente sul tavolo per eliminare gli spazi vuoti interni e vedrete che la farcia entrerà tutta.
Cucite l’apertura inferiore.
Ponete la gallina in acqua fredda con tutte le verdure e il sale (io l’ho messa in pentola a pressione)
Cuocetela fino a cottura completa.
Una volta cotta estraetela dalla pentola, con le forbici per arrosto apritela sul torace ed estraete il polpettone interno.
Poi eliminate la pelle, estraete la cassa toracica staccandone le carni e servite la gallina a pezzi su un piatto con al centro il polpettone affettato.
Preparate il riso pilaf: 
Nella pentola a pressione mettete un po’ d’olio d’oliva o di burro, fate tostare il riso, poi buttate dentro il brodo di gallina bollente, attenzione che deve essere esattamente il doppio della quantità di riso che avete usato. Senza mescolare incoperchiate e mettete il fuoco al massimo, al fischio mettetelo al minimo e da questo momento contate esattamente 7-10 minuti (dipende dalla pentola a pressione, ma in genere si va dai 7 ai 10 minuti) trascorso questo tempo aprite la pentola, vedrete che il riso sarà cotto e bello sgranato senza la pappa che si forma con l’amido (naturalmente se non fosse ancora cotto rimettetelo 1 o 2 minuti sul fuoco).
Se il riso è cotto ma troppo umido (il pilaf deve venire con chicchi ben sgranati), si rimette la pentola sul fuoco ma senza coperchio e si lascia cuocere senza mai mescolare per 2-3 minuti, comunque fino a che il riso inizia ad attaccarsi alla pentola, allora sarà pronto.
Si serve la gallina con il polpettone affettato accompagnata dal riso pilaf.
Print Friendly, PDF & Email
Precedente Pizza di pomodori Successivo Ciambella al cacao e banane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.