Crème caramel

Il Crème caramel è un dolce ormai molto famoso di origini spagnole malgrado venga chiamato anche latte portoghese.

 

Veramente delizioso pochi si cimentano nella sua preparazione forse perché si pensa che non sia di facile riuscita oppure perché la preparazione richiede alcune ore. Invece il Crème caramel è facilissimo e richiede pochi accorgimenti. Si possono usare sia gli appositi stampi in ceramica che una piccola teglia o uno stampo.

Crème caramel

Si cuoce in forno a bagnomaria e a temperature basse, intorno ai 150° ma la cosa non è tassativa, dipende infatti dal tipo di forno, nel mio ad esempio richiede una temperatura di 175°. L’importante è che l’acqua non bolla ma si sommuova appena in superficie.

Crème caramel

1/2 litro di latte

300 gr di zucchero

4 uova

1 stecca di vaniglia o aroma

50 ml d’acqua

Per preparare il Crème caramel riscaldate il latte con la vaniglia portandolo quasi a bollore, preparate poi il caramello mettendo in un pentolino 150 gr di zucchero e l’acqua.

Quando comincia a bollire mescolate e continuate fino a che dieventa di colore ambrato, attenzione a non toccarlo e non assaggiarlo perché vi ustionereste.

Versate il caramello negli stampini o nella teglia, rompete le uova e mescolatele con una frusta a mano molto lentamente perché non deve entrare aria altrimenti il dolce verrà poroso e poco consistente.

Unite poi 150 gr di zucchero mescolando sempre molto lentamente e poi incorporate il latte a filo filtrandolo attraverso un colino.

Versate il composto negli stampini/teglia filtrandolo attraverso il colino, sia per togliere l’eventuale schiuma che  i piccoli residui d’uovo.

Cuocete a bagnomaria in forno pre riscaldato a 150°, in una teglia dove ponete sul fondo un tovagliolo e poi riempite d’acqua che arrivi a 3/4 d’altezza degli stampi.

La cottura lenta è di circa 1 ora e mezza, ogni tanto controllate con un dito la consistenza del dolce che dovrebbe rassodarsi poco a poco, ma se vedete che dopo molto tempo ciò non avviene aumentate pure la temperatura del forno, ma senza mai portare l’acqua a bollore.

Sarà pronto quando lo sentirete morbido e rassodato, toglietelo dal forno e lasciatelo raffreddare, poi ponetelo in frigo per almeno 3 ore.

Crème caramel
Eccolo cotto ancora nello stampo

Al momento di sformarlo passate un coltellino intorno al bordo e poi capovolgete gli stampi sui piattini o piatto se avete usato una teglia.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Zucchine arrosto con verdure Successivo Penne agli champignons

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.