Arista al forno

Penso proprio che l’arista al forno non la batta nessun arrosto come bontà, sto naturalmente parlano dell’arista di maiale.Arista al fornoDa cosa derivi questo nome nessuno lo sa, si dice che una volta un cardinale greco a Firenze assaggiandola abbia esclamato “Aristos!” cioè il migliore, ma poi chissà se si riferiva davvero all’arrosto. Sta di fatto che l’arista arrosto è davvero il migliore anche secondo me. Alcuni la cucinano col latte, io penso invece che il modo migliore sia alla toscana, come descrivo in questa ricetta. Il miglior contono per questo arrosto sono ovviamente le patate al forno.

Arista al forno

Arista al forno

1 pezzo di arista di maiale

3 spicchi d’aglio

1 rametto di rosmarino

1 noce di burro

1/2 bicchiere di vino bianco

4 mestoli di brodo di carne

sale, pepe, olio d’oliva q.b.

Per preparare l’arista al forno occorre legare con lo spago il pezzo di carne affinché in cottura non si deformi, spesso comunque si vende già legato. Fate a fettine 2 spicchi d’aglio e spezzettate qualche foglia di rosmarino, poi con un coltellino affilato incidete l’arista in vari punti ed inserite profondamente nelle incisioni l’aglio ed il rosmarino, il rosmarino avanzato infilatelo sotto lo spago.

Salate e pepate la carne poi in una pirofila da forno o teglia mettete il burro ed un po’ d’olio d’oliva, fatela rosolare pochi minuti da tutte le parti, poi bagnate col vino bianco, aggiungete un mestolo di brodo ed uno spicchio d’aglio e mettete a cuocere in forno pre-riscaldato a 180° non occorre aver fretta, meglio una cottura lenta.

Se volete potete aggiungere delle patate nella teglia, data la presenza del sugo non verranno croccanti ma molto saporite, oppure arrostirle a parte separatamente.

Quando il sugo si  restringe aggiungete un mestolo di brodo caldo e versate sulla superficie dell’arrosto un po’ di salsa. Portate a cottura in questo modo.

Quando è cotto fatelo freddare a temperatura ambiente per affettarlo senza che si rompa. Servitelo colle patate arrosto ad accopagnato dalla sua salsa che è il fondo di cottura. Buon appetito!

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Pasta cacio e pepe Successivo Biancomangiare

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.